Fedora 25, come ogni major release, porta con sé tante novità oltre ai numerosi pacchetti aggiornati all'ultima versione disponibile (o quasi). Ad essere aggiornati non sono stati soltanto i package esterni, ma anche ambienti desktop e alcune parti fondamentali del sistema.

Vediamo in breve quali sono gli aggiornamenti più importanti di Fedora 25, osservando in particolare quanto del lavoro svolto sia stato dedicato all'attività dei developer:

  • aggiornamento a Docker 1.12;
  • aggiornamento a NodeJS 6.9.1;
  • supporto al linguaggio di programmazione Rust
  • supporto a diverse versioni di Python (2.6, 2.7, 3.3, 3.4 e 3.5) per venire incontro gli sviluppatori;
  • introduzione di GNOME 3.22;
  • Wayland sostituisce definitivamente X11;
  • aggiornamento a MATE 1.16 per la spin MATE-Compiz che passa completamente alle GTK+3;
  • miglioramenti e nuovi pacchetti per la versione KDE riguardanti la riproduzione di musica, video e la gestione delle informazioni personali;
  • miglioramenti per la versione Xfce con particolari accorgimenti per il terminale, le notifiche e la gestione dell'alimentazione.

Il riassunto di un changelog importante come ogni release di Fedora. La versione 25 punta ad essere una delle migliori release in assoluto e ci prova con pacchetti aggiornati e l'introduzione di Wayland out of the box. Una scelta per molti versi coraggiosa, ma che potrebbe permettere di ottenere più di qualche soddisfazione a livello di user experience, anche in ambito professionale.

Possiamo conoscere ulteriori novità riguardanti il lancio ufficiale di Fedora 25 e tutte le informazioni relative a questo aggiornamento consultando il changelog ufficiale pubblicato sulla mailing list del progetto a questo indirizzo.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *