Cosa manca ad HTML5 per battere Flash?

martedì 24 gennaio 2012 - 12:04

di Fabio Lelli

Molti la danno già  per spacciata, ma forse dovremo aspettare ancora qualche tempo prima che la tecnologia Flash venga completamente soppiantata da HTML 5. Ad esempio, al momento, le API per poter interagire con webcam e microfono sono ancora una bozza. Ma anche laddove le funzioni più note del nuovo (futuro?) standard si sovrappongono al prodotto di Adobe, c’è chi solleva qualche perplessità .

àˆ il caso di Viki Hoo, che torna sull’argomento quasi un anno e mezzo dopo un’accesissima discussione sul famoso ActiveTuts.

Le critiche (costruttive e tendenzialmente imparziali) mosse ad HTML5 riguardano la gestione dell’elemento canvas e dei video. Per quanto riguarda il primo, è inutile nascondersi che creare disegni e animazioni è molto più complesso rispetto a Flash, e alcune caratteristiche tecniche, come la necessità  di ripulire per ogni frame l’area di disegno e l’assenza di una gestione nativa degli eventi sugli elementi tracciati, lo rendono in generale meno efficiente.

Detto questo è anche indubbio che molte librerie stanno cercando di rimediare a queste difficoltà , e WebGL può anche permetterci di disegnare in tre dimensioni.

Forse più grave la gestione del video, non tanto per motivi tecnici, quanto per diatribe commerciali: lo standard H.264, difeso da Apple, non è libero, e al momento Firefox non lo supporta. Più in generale, se dovessimo indicare la principale minaccia per la definitiva affermazione e standardizzazione di HTML5, conclude Hoo, dovremmo probabilmente additare non tanto Flash, quanto la guerra fra i tre attuali giganti della rete (Apple, Google e Microsoft, in rigoroso ordine alfabetico) che difficilmente potrebbero dimenticarsi completamente dei loro interessi privati a favore della diffusione di standard aperti, usabili e universalmente compatibili.

Categoria: Web Standards | Commenta

Commenti per Cosa manca ad HTML5 per battere Flash?

Il problema della (in)compatibilità ’ dei codec video e’ sicuramente uno degli scogli maggiori. Ma io ci metterei anche un altro paio di motivi (superabili) e un meta-motivo, o se volete una conclusione.
Uno dei motivi in + e’ il fatto di non avere un singolo formato file che puo’ racchiudere tutte le componenti. Ci troviamo tutto spezzettato: codice JS, codice CSS e HTML, bitmap, vettori, font, audio, video… Puo’ essere utile in certi casi (caching, versioning, load balancing…) ma puo’ anche creare dei problemi. Ad esempio non essere mai sicuri di quali risorse sono gia’ state caricate dal browser. Secondo me questo problema andrebbe risolto, creando un contenitore che, come succede con i file SWF, puo’ racchiudere tutto, se lo sviluppatore lo desidera. Sono convinto che questo sia stato uno dei motivi che ha fatto la fortuna di Flash.

Il meta-motivo sono tutti questi motivi insieme: codec diversi, implementazioni JS leggermente diverse, rendering leggermenti diversi (ma anche senza il “leggermente”….), interfaccia con l’OS (tipo per gestire l’hardware come la videocamera, l’audio) diversa…
Risultato: possiamo illuderci quanto vogliamo che l’HTML si sta imponendo velocemente come uno standard, ma la realta’ e’ che la frammentazione e’ ancora altissima!!!
E lo dico con dispiacere enorme, perche’ credo che Flash continui a presentare troppi problemi sul lato opposto (cross-platform da far paura ma ancora troppo poco integrato con l’ecosistema del browser). Quindi sarei stato felicissimo di vedere che HTML5 spazzava via Flash, ma mi pare che la strada intrapresa si vada impantanando nelle guerre tra i tre giganti, come dice Hoo.

# - Postato da pbattino 24 gennaio 2012 alle 16:21

HTML5 ha già  battuto Flash, ma é una vittoria di Pirro perché con HTML5+js la vita é decisamente più instabile visto che ogni browser fa quel che vuole, e quando si tratta di applicazioni e animazioni, ai livelli che oggi può offrire Flash, la precisione é essenziale.

# - Postato da Dino 24 gennaio 2012 alle 21:10

Cosa manca? Forse un editor visuale alla Flash per pseudo webdesigner ebeti che gli permetta in 2 click di fare effettini sui tasti, intro pacchiane ecc.

Un’altro problema é IE in tutte le sue versioni, alla Microsoft dopo tutti questi anni ancora non sono capaci di tirar fuori qualcosa che rispetti gli standard (anche se l’HTML5 ancora non lo é).

# - Postato da TaTaC 25 gennaio 2012 alle 09:29

alla Microsoft dopo tutti questi anni ancora non sono capaci di tirar fuori qualcosa che rispetti gli standard

NON sanno? O non vogliono!

Finché hanno interessi “privati” da difendere non vorranno.

# - Postato da @rchie 25 gennaio 2012 alle 12:07

Senza ombra di dubbio si e’ abusato di flash! ma se aziende come google lo usano nei propri tool e’ perche’ ritenuto la soluzione migliore, mi riferisco ai grafici che appaiono in analytics e nei webmaster tool;
Io nel mio settore, quello turistico, non uso flash da molto tempo, perdere una prenotazione perche’ il cliente ha un iPad non e’ concepibile, ma in settori diversi dal mio ho visto molti nuovi siti che lo usano, e parlo di siti di grandi aziende, certo poi c’e chi ha il budget per creare la doppia versione del sito… ma purtroppo non e’ il mio :(

# - Postato da noc77 25 gennaio 2012 alle 13:42

“Perdere una prenotazione perche’ il cliente ha un iPad ” O PERCHé Ipad non ha flash. i tablet andorid che hanno flash fanno vedere i siti benissimo anche senza essere ottimizzati.

# - Postato da 666 25 gennaio 2012 alle 15:06

@666 Premetto che io sono il primo ad usare dispositivi android e non ho nessun dispositivo Apple; Ti rispondo con numeri reali! ho guardato le statistiche di analytics di un mio cliente e negli ultimi giorni ha avuto 112 visite da iPad e 43 da iPhone mentre tutti gli altri dispositivi sommati assieme arrivano a 16 visite…

# - Postato da noc77 28 gennaio 2012 alle 13:46

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>