Su Wine 3.0 sono stati implementati gli Android Driver, elemento che permette agli utenti di eseguire le applicazioni create per Windows anche sui device equipaggiati con Android.

Sarà quindi possibile riuscire ad avviare titoli sviluppati appositamente per Windows anche su tablet o device basati sul Robottino Verde e collegati ad un televisore. Con Wine sarà possibile far rivivere videogame per i sistemi di Microsoft che non sono mai stati portati su Android, magari perché magari troppo datati o perché il team di riferimento non si è mai interessato al porting.

Altra grande novità arrivata con Wiine 3.0 riguarda il supporto al Direct3D 11 con le GPU AMD e Intel. Grazie alle nuove patch gli utenti che dispongono di schede video di questi due case produttrici potranno beneficiare di un sostanzioso boost di performance.

Con Wine 3.0 è ora possibile anche esportare voci di registro tramite il tool reg.exe. Disponibile inoltre un nuovo layer per il supporto ad MSHTML, il layout engine di Microsoft dedicato al sempre più datato browser Web Internet Explorer. Il team del progetto ha incluso poi diversi aggiornamenti per il tool di debugging e per l'OLE data cache ed ha introdotto anche il supporto all'AES encryption su MacOS e al Progman DDE.

Via Wine HQ

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *