àˆ disponibile, inoltre, un nuovo sistema per l'installazione dei componenti del framework (Pyrus).

Altre novità  riguardano il sistema delle eccezioni, l'autoloading e il manager degli eventi, fra le altre.

Tutti i dettagli nel comunicato ufficiale.

5 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

non so... io trovo zfw la scelta migliore per vari motivi, il fatto che sia zend é solo uno dei tanti

gigi
gigi

Segnalare articoli e news non é mai da rompi scatole, @luglio7. Epperò non posso non notare una certa tua preferenza per Cake... o sbaglio? Fra i due, dico subito, preferirei Cake! Ma ultimamente sto dando una occhiata pure FuelPHP! Intanto prendo per buone le osservazioni di @Slam!

Kiko
Kiko

ups noto ora il relativo articolo. scusate :)

luglio7
luglio7

non vorrei sembrare il solito rompi scatole ma é stato rilasciato anche CakePhp 2 :)

luglio7
luglio7

Mi sono letto in questi giorni tutta la documentazione che hanno fatto per questa release, ed é davvero interessante; negli ultimi anni i framework si stanno migliorando a vicenda (molte idee sono state riprese/condivise con il neonato di Potencier Symfony2) e ciò che ne é uscito, per Zend intendo, é uno strumento identico a mio avviso al precedente (uso ZF1 da diversi anni), ma con logiche molto più pulite, snelle e lineari, e come sempre nella filosofia di questo framework, adatto ad integrarsi al meglio anche in ambienti enterprise. Nutro invece forti dubbi su Pyrus; sebbene le idee di fondo siano giuste, alla fine é uno strumento da troppo tempo in alpha, con ancora molti problemi di utilizzo finale e poco retrocompatibile. Pear é certamente troppo lasco, permissivo e caotico a confronto, ma ha una produttività  decisamente più elevata, e in fin dei conti non stiamo parlando di uno strumento di lavoro, ma solo di un manager di pacchetti, e la perfezione accademica ha poco significato.

Slam
Slam