1. Installare i driver per la scheda video

Qualora il nostro computer non fosse dotato di una scheda video supportata nativamente da Ubuntu sarà necessario ricorrere ai driver di terze parti messi a disposizione dagli utenti o dal produttore stesso. Possiamo installare i driver aggiornanti per Ubuntu della nostra scheda video direttamente da "Software & Updates".

2. Installare i codec multimediali

Ubuntu 16.10, come le precedenti versioni di Ubuntu, non viene distribuita con i codec multimediali installati di default, quindi è necessario installarli per poter ascoltare musica, utilizzare Spotify, vedere film.

Per installare i codec è sufficiente mettere la spunta sulla voce "Enable Restricted Formats"  durante il processo di installazione, oppure da Terminale attraverso il comando:

sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras

3. Installare un nuovo tema 

Diciamocelo chiaro, Ubuntu 16.10 ha ancora un look troppo poco attuale rispetto ai moderni OS e ad altre distribuzioni GNU/Linux. Per cambiare agilmente tema è necessario utilizzare GNOME Tweak Tool con cui modificare aspetti quali il font, la UI e per installare un nuovo tema GTK+. Tra i più famosi troviamo Arch e Numix.

4. Spostare il launcher di Unity in basso

Una delle principali novità di Ubuntu 16.10 è la possibilità (finalmente) di spostare il launcher di Unity verso il basso. Una feature richiesta diverse volto da numerosi utilizzatori e ora resa disponibile. Per modificare la posizione del launcher è sufficiente eseguire il seguente comando da Terminale:

gsettings set com.canonical.Unity.Launcher launcher-position Bottom

5. Installare i software più popolari

Ubuntu è una delle più importanti distribuzioni di tutto il panorama GNU/Linux e, come tale, ha attirato alcuni sviluppatori che hanno realizzato App di terze parti o versioni ufficiali dei propri software. Ecco secondo noi una lista di quelli che sono i software popolari da installare sulla nuova Ubuntu 16.10 per navigare su Internet, comunicare e rilassarsi anche durante il lavoro:

  • Google Chrome: il browser di Google è un vero e proprio must have;
  • Telegram: è uno dei client di chat più popolari del momento;
  • Spotify: questa versione del software per lo streaming musicale sembra non riprodurre pubblicità tra una canzone e l'altra;
  • Skype Alpha: Skype continua ad essere uno dei client VoIP più utilizzati in assoluto.

Ubuntu di base è una distribuzione già pronta per l'utilizzo da parte dell'utente comune, quelli proposti sono soltanto dei piccoli consigli per una possibile configurazione che possono migliorare una già buona e sufficientemente completa esperienza utente.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *