GIOTTO supporta connessioni da un elevato numero di dispositivi e può processare in parallelo grandi quantità di informazioni scongiurando il rischio di downtime anche nel caso in cui il numero di applicazioni aumenti nel tempo. Ospitata nel Cloud AlmavivA, è stata però progettata anche per un l'utilizzo in ambienti di Cloud pubblico, come Microsoft Azure, e per operare in modalità on-premises. La si potrà installare sul proprio Data Center aziendale in modo da garantire la massima protezione dei dati, mentre l'Intercloud Fabric di Cisco consentirà il funzionamento delle risorse localizzate in Cloud in modalità ibrida e on-premises simultaneamente.

Si tratta di una soluzione progettata su infrastruttura Cisco che consente l’integrazione con un'ampia gamma di dispositivi e sensori tramite i protocolli HTTP, MQTT, con l’uso di uno smart gateway e grazie a uno strato di Mediation Layer basato sul Cisco Fog Computing. Dal punto di vista delle funzionalità GIOTTO offre, tra le altre:

  • Identity & Access Management per l’autenticazione e la profilazione di utenti e dispositivi garantendo elevati standard di sicurezza anche in caso di accesso da applicazioni esterne.
  • Un canale di comunicazione con Enterprise Service Bus (ESB) e un Message Broker per l'integrazione con i dispositivi e l’accesso a servizi e applicazioni. L'ESB consente inoltre la connessione con applicazioni SaaS esterne (Twitter, Facebook, SAP, Twilio..).
  • Complex Event Processing (CEP) e Analytics per l’automazione in comunicazioni M2M e l’analisi dei dati provenienti da e verso device e applicazioni, anche esterne. Gli sviluppatori potranno definire regole per l'elaborazione tramite interfaccia grafica e la Business Logic delle applicazioni.
  • Device Management per creare e gestire elenchi di dispositivi, nonché per la loro configurazione diretta tramite la piattaforma, anche da remoto.
  • API per l’integrazione con altri provider di servizi Cloud (Microsoft, Facebook..).
  • Un repository Big Data basato su tecnologie Open Source come Hadoop e hBase per archiviare i dati provenienti dai dispositivi e dalle applicazioni esterne.
  • Una console per l'analisi real-time e batch che, via SPARK, permette di ottenere le informazioni raccolte attraverso la visualizzazione su dashboard, o il loro riutilizzo come input per applicazioni esterne, dispositivi e API.
  • Un Market Place dal quale prelevare strumenti, applicazioni e API per lo sviluppo.

GIOTTO AlmavivA Universal Platform for Enterprise consentirà agli sviluppatori di curare la componente front-end della applicazioni senza dover implementare e gestire l'infrastruttura e il back-end.

Via AlmavivA

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *