Visual Studio 2015 uscirà assieme alla nuova release di .NET (2015), e includerà il supporto per il compilatore Clang così da poter realizzare codice in linguaggio C++; supportata anche l’infrastruttura LLVM per lo sviluppo di App su Android e, in un secondo momento, Apple iOS.

Il supporto al sistema operativo mobile di Google va ben oltre LLVM, però, visto che Microsoft ha intenzione di offrire un emulatore Android completo integrato nell’IDE di Visual Studio 2015; la nuova VM dovrebbe avere prestazioni molto superiori rispetto all’emulatore standard fornito da Google, e non a caso Microsoft pianifica per il futuro di offrire il proprio emulatore anche in formato stand-alone.

Anche il servizio “Cloud” di VS 2015, Visual Studio Online, offrirà novità interessanti per lo sviluppo multipiattaforma con la possibilità di programmare applicazioni per OS X e App per iOS lavorando sui computer della Mela.

Via | Ars Technica

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *