Dunque, oltre a Java e a C++, sarà ora possibile sviluppare applicazioni per il Robottino Verde anche tramite Kotlin e Android Studio. Si tratta di un linguaggio creato da JetBrains, lo stesso team che si occupa dello sviluppo dell'IDE IntelliJ IDEA Java IDE, ovvero il progetto che sta alla base dell'ambiente integrato per il dev di Google. Il progetto Kotlin nasce nel 2011, ma soltanto nel corso del 2016 è stata lanciata la versione 1.0.

kotlin

Durante la conferenza californiana Google ha anche annunciato una nuova partnership con JetBrains che ha come obbiettivo la migrazione della proprietà intellettuale di Kotlin all'interno di una fondazione no profit.

Attualmente Kotlin viene rilasciato sotto licenza Apache 2.0, dunque è un linguaggio completamente open source e, secondo Google, rappresenta un sistema ormai sufficientemente maturo da rendere lo sviluppo delle applicazioni Android ancora più facile e divertente. Volendo operare un confronto, Kotlin potrebbe presto rappresentare per il Robottino Verde ciò che Swift rappresenta per la Casa di Cupertino.

kotlin

Kotlin viene utilizzato da tempo nello sviluppo di diverse applicazioni, come per esempio quelle che permettono il funzionamento di piattaforme quali Expedia, Flipboard, Pinterest e Square. Il supporto per Kotlin è già disponibile con Android Studio 3.0 preview, questa versione dell'IDE dovrebbe presto arrivare nel ramo stabile.

Per cominciare ad utilizzare Kotlin è necessario scaricare innanzitutto l'anteprima di Android Studio 3.0, si potrà poi aprire un file Java preesistente e scegliere l'opzione "Convert Java File to Kotlin File" dal menù "Code". L'IDE si occuperà autonomamente di aggiungere le dipendenze richieste e di convertire il sorgente nel corrispondente codice Kotlin.

Via @android

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *