Come al solito l'idea più semplice si rivela, all'atto pratico, geniale. I designer, del web o della carta a questo punto non importa, sono costretti in una prima fase a usare il classico testo segna posto. Si ricorre al testo latino infierendo su un senso che in realtà  non c'è. Qualcuno ricorre talvolta ai classici e ben più reali testi antichi. Su Internet esistono decine e decine di siti che raccolgono i più famosi testi riempitivi.

Se siete web designer certamente conoscerete HTML-Ipsum: una raccolta di elementi HTML per riempire le nostre pagine. Il punto qual è? Semplicemente risulta tedioso ogni volta procedere al copia e incolla del testo. E risulta doppiamente noioso, se il lavoro lo richiede, procedere alla sua rimozione. Così Marko Kuiper ha buttato giù un codice jQuery davvero geniale, benché, ripetiamolo, l'idea è davvero molto semplice.

Con una semplice riga di codice JavaScript chiediamo allo script di inserire tutti gli elementi che vogliamo, anche più di uno con una singola chiamata. Il risultato, devo ammetterlo, è un prototipo di pagina estremamente pulito e leggero. Ci si concentra effettivamente più sulla struttura, senza avere il fastidio di lunghe righe di testo di riempimento. Il plugin è liberamente scaricabile da qui e prende il nome, guarda un po', di jHTML-Ipsum.

3 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Un'idea interessante, che meritava la segnalazione. Per la verità  non conoscevo neppure HTML-Ipsum, per i falsi testi ho sempre usato un servizio web che genera semplicemente un falso testo (Lorem Ipsum Generator).

Piero Mazzini
Piero Mazzini

...benché, ripetiamolo, l’idea SIA davvero... (scusa la pedanteria)

Andrea
Andrea

Spesso la "genialità " di certe idee é inversamente proporzionale alla loro complessità ..... :-)

Luca
Luca