Ubuntu 16.04 Xenial Xerus doveva ricevere tale aggiornamento a febbraio 2018, ma il team di sviluppatori del progetto ha scelto di posticiparne il rilascio a marzo, in modo da implementare al meglio le ultime patch di sicurezza riguardanti le vulnerabilità Meltdown e Spectre.

I lavori per il backport delle patch sulle versioni del kernel Linux più vecchie stanno portando via più tempo del previsto agli sviluppatori di Ubuntu, quindi per assicurare un lavoro di maggiore qualità si è arrivati alla decisione di ritardare l'aggiornamento programmato.

Oltre alle patch per Meltdown e Spectre, il team ha implementato su Ubuntu 16.04.4 la medesima versione del kernel Linux presente su Ubuntu 17.10, assieme agli stessi pacchetti dello stack grafico presenti sull'ultimo aggiornamento della distribuzione.

Attualmente è previsto un altro upgrade programmato che verrà rilasciato durante il 2019. Mentre la prossima versione LTS è in programma per il 26 aprile 2018 ovvero Ubuntu 18.04 Bionic Beaver, che verrà mantenuta fino al 2023. Questo ciclo di update è dedicato a chi necessità di un sistema estremamente stabile dunque è indirizzato alle aziende che hanno bisogno di sistemi molto duraturi per le loro piattaforma software e per i propri servizi.

Via Lukasz Zemczak

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *