Per emergere dalla massa occorre allora padroneggiare tutte le sigle che vediamo comparire su biglietti da visita e curriculum online: SEO, SEM, SMM, SMO. Tutto questo insieme di metodologie e tecniche sta uccidendo la creatività  dei web designer?

La risposta parrebbe di no. Forse, più semplicemente, i web designer dovrebbero avvicinarsi sempre di più a queste materie e tentare di raggiungere un perfetto equilibrio fra ottimizzazione e bellezza di disegno. I siti devono funzionare e funzionano meglio se sono pure belli a vedersi.

Concetti quali navigabilità  e usabilità , velocità  di caricamento e pulizia del codice risultante devono essere in fretta recuperati, senza tralasciare il rispetto degli standard. Cià non va a discapito di orpelli grafici e abbellimenti vari, piuttosto significa esattamente il contrario: la grafica deve accompagnare la pulizia del disegno, l'ordine e lo studio di UX dovrebbero guidare un progetto web.

Tutti d'accordo?

11 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Tutto corretto @Mauro, tutto tremendamente giusto.

Kiko
Kiko

per fortuna adoro l'html, i css....e la seo!

web designer roma
web designer roma

sono d'accordo..un sito deve essere bello, funzionale e pulito da codice inutile che lo appesantisce...

George
George

Non sono d'accordo con il "tentare". Cosa significa? Di un servizio che si vende se ne deve essere padroni se non all 100% (so che é difficile) almeno al 90%...non si deve tentare, tentare non é da professionisti. Oggi i servizi che si devono offrire sono tanti e non si può fare tutto "in casa". E' per questo che ci si deve organizzare "vendendo servizi" che non facciamo propriamente noi solo pe trarne profitto ma l'obiettivo é invece quello di soddisfare il cliente ed essere professionali offrendo anche servizi fatti da altri (e con altri intendo professionisti o comunque esperti di quel determinato settore). Non si può essere web designer, seo, marketer, e programmatori. Questo approccio non ripaga subito ma ripaga sul lungo termine, ne sono convinto (testimone). My 2 cents. Daniele

Daniele
Daniele

@Francesco: ...si per carità ... ma non é che dietro ci sia tutta questa scienza, basta solo un po di buonsenso e buon uso del codice html. Faccio anche io SEO, ho 4/5 siti al di sopra dei 5000 utenti al giorno, gestisco 50 siti di aziende e faccio formazione web e seo. Nonostante questo, nonostante sia anche io un seo, alle volte sentire eminenti luminari, fenomeni, guru e geni ...mi viene un po da ridere... tutto qui, restiamo umili.

zioalfredo
zioalfredo

Intendere il lavoro di design come mera bellezza estetica e pensare che tutto si estrinsechi con l'uso di "orpelli grafici" significa parlare di un argomento che non si conosce nemmeno vagamente. I design e il lavoro del webdesigner é FARE COMUNICAZIONE VISUALE che é cosa ben diversa dalla mera ricerca del bello o degli orpelli grafici. Hai voglia a essere primo nelle SERP se poi arrivati sul sito non riesci a comunicare un piffero.

Mauro
Mauro

@zioalfredo: nel momento in cui scegli "le giuste parole chiavi per posizionarsi nella nicchia di appartenenza identificando chi sono e cosa cercano i potenziali", stai facendo parte del lavoro di un SEO.

Francesco
Francesco

Se per design si intende ancora flash allora é bella che morta. Bisogna coniugare grafica a qualità  di contenuti, per avere visite, scegliendo le giuste parole chiavi per posizionarsi nella nicchia di appartenenza identificando chi sono e cosa cercano i potenziali visitatori. ...la seo??? un dettaglio... se c'é la qualità  ed il testo... Latitando le iniziative, la cultura, la conoscenza, la voglia di creare e scrivere ... allora ricorriamo alla seo...

zioalfredo
zioalfredo

io sono dell'opinione che buoni contenuti e buon design già  facciano il 90% del lavoro, specialmente nella fidelizzazione dell'utente. é chiaro che dando un occhio alla SEO si aiuta a visibilizzare il sito, ma questo solo se c'é qualcosa di buono entro

Qwertj
Qwertj

Sono d'accordo che ci vogliono dei compromessi o equilibri

Luca
Luca