I requisiti di accessibilità web sono stati definiti sulla base dei principi, delle linee guida e dei criteri di successo contenuti nella raccomandazioni che il World Wide Web Consortium (W3C) ha pubblicato l'11 dicembre 2008 sul suo portale internet e che contiene le Web Content Accessibility Guidelines 2.0 (WCAG 2.0).

Seguire le linee guida significa creare contenuti accessibili alla più ampia gamma di persone con disabilità, tra le quali:

  • la cecità e l'ipovisione;
  • la sordità e la perdita di udito;
  • limitazioni cognitive e dell'apprendimento;
  • ridotte capacità di movimento;
  • disabilità della parola.
  • fotosensibilità e combinazioni di queste.

Le linee guida e i criteri di successo sono realizzati attorno a quattro principi, che fissano le fondamenta necessarie per chiunque utilizzi i contenuti Web.

Secondo quanto riferito al primo principio un contenuto deve essere innanzitutto percepibile, questo significa che le informazioni e i componenti dell'interfaccia utente devono essere presentati in modo che possano essere accessibili attraverso differenti canali sensoriali.

Le linee guida per il rispetto del primo principio sono le seguenti

Alternative testuali

Bisogna fornire alternative testuali per qualsiasi contenuto non di testo come caratteri ingranditi, sintesi vocale, Braille. I contenuti non testuali sono elencati in comandi e input, tipi di media temporizzati, test o esercizi, esperienze sensoriali, CAPTCHA, decorazioni, formattazioni e contenuti invisibili.

Tipi di media temporizzati

Fornire alternative per i tipi di media temporizzati tra i quali audio e video (preregistrati), sottotitoli (preregistrati e in tempo reale), descrizioni audio o tipo di media alternativo (preregistrato), lingua dei segni (preregistrato) o solo audio (in tempo reale).

Adattabilità

Creare contenuti che possano essere rappresentati in modalità differenti senza perdere informazioni. Si elencano quindi informazioni e correlazioni e sequenze significativa (ossia quando la sequenza con il quale il contenuto è presentato influisce sul suo significato) che devono essere determinate da un software a partire da dati forniti dall'autore.

Le istruzioni fornite per comprendere ed operare sui contenuti non devono basarsi unicamente su caratteristiche sensoriali dei componenti quali forma, dimensione, ubicazione visiva, orientamento o il suono.

Distinguibilità

Rendere più semplice la visione e l'ascolto dei contenuti, separandoli in primo piano dallo sfondo. Vengono quindi definiti dettagli per uso del colore, controllo del sonoro, contrasto, ridimensionamento testo, immagini del testo, sottofondo sonoro basso o non presente.

Per approfondire:

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *