Firefox

Firefox 61 Developer Edition beta è ora dotata di un tema Dark rifinito in vari aspetti, in questa build i vari menu saranno visualizzati con il tema corretto e la nuova tab sarà completamente scura in modo da non disturbare la vista durante le ore notturne. Altra novità interesse riguarda il Page Action menu che adesso permette di integrare vari motori di ricerca al suo interno, così che l'utente possa ricercare contenuti in vari siti web senza spostarsi da Firefox, questa feature può essere sfruttata con tutti quei siti web che adottano le OpenSearch API.

Firefox

Gli sviluppatori hanno lavorato sul Debugger, garantendo un integrazione maggiore con tool come Babel e Webpack e garantendo una migliore analisi del codice. E' inoltre in arrivo il supporto per gli inspecting components di framework moderni come React.

Su Firefox 61 Developer Edition la sezione Developer Tools è stata resa completamente personalizzabile, ora le varie componenti potranno essere spostati e organizzati dallo sviluppare, così da creare un ambiente di lavoro su misura. Inoltre il Network panel dispone ora di un nuovo drop-down menu dedicato al controllo del network throttling e all'importazione/esportazione degli archivi HTTP (HAR).

Firefox

È stato implementato anche un tool completamente nuovo chiamato Accessibility Inspector. Questo strumento si occupa di analizzare e visualizzare la struttura logica della pagina web che si sta analizzando. Gli sviluppatori Mozila hanno realizzato questo low-level tool per consentire ai developer di terze parti di comprendere al meglio come viene vista la pagina Internet da Firefox, cosi da individuare i punti che necessitano di modifiche.

Firefox

Ma le novità non sono finite qui e i developer hanno inserito vari aggiornamenti sotto il cofano:

  • Da questa build Firefox esegue il parse dei fogli di stile CSS in thread multipli paralleli, in questo modo è possibile migliorare i tempi di caricamento delle UI dei siti web e delle WebApp.
  • Arrivato il nuovo multi-tier WebAssembly compiler per l'architettura AArch64, questo nuovo componente migliorerà le performance dei plugin in WebAssembly sui device mobile che usano tali architetture hardware.
  • Implementata infine l'esecuzione in processi separati dei vari add-on anche su MacOS, ora anche la versione per sistemi Apple di Firefox potrà beneficiare dell'architettura multiprocesso.

Via Mozilla Hacks

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *