Ubuntu 15.10 utilizza Linux 4.2 e queste patch rappresentano un importante upgrade, motivo per il quale gli sviluppatori consigliano di aggiornare il proprio sistema al più presto.

Le nuove patch riguardano anche la single board Raspberry Pi 2, tramite alcuni bug scoperti dallo sviluppatore Ben Hawkes era possibile eseguire del codice malevolo acquisendo i privilegi dell'utente di root bypassando i normali controlli di sicurezza del sistema. Gli altri bugfix operati riguardano invece diverse problematiche a carico dei driver USB.

Il nuovo pacchetto del kernel introdotto nei repository per il Raspberry Pi 2 prende il nome di linux-image-4.2.0-1027-raspi2. Per l'utilizzatore sarà necessario anche ricompilare e reinstallare tutti i moduli di terze parti extra di cui si fa uso nel proprio sistema. Questo perché a causa di una modifica delle ABI del kernel gli sviluppatori hanno dovuto stabilire un nuovo numero di versione, elemento che impone di ricompilare i moduli kernel di terze parti.

A seguito di un aggiornamento tramite APT i possessori del Raspberry Pi 2 che usano Ubuntu 15.10 dovranno riavviare il proprio device per abilitare l'update.

Via Ubuntu

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *