Questa è la prima volta che Red Hat scende a patti con Microsoft. Siamo forse davanti a un nuovo caso Novell? No. Infatti l´accordo stipulato tra Redmond e il "Cappello Rosso" non parla in alcun modo di brevetti: tutto il lavoro necessario sarà svolto esclusivamente utilizzando protocolli aperti e non protetti da proprietà intellettuale.

Che ne pensate? È giusto per Red Hat collaborare con quello che fino a poco tempo fa era considerato il nemico?

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *