Su Firefox 50 sono stati migliorati i sistemi di protezione per l'utente durante il download dei file eseguibili, da questa versione in poi il browser andrà ad eseguire un controllo sulle risorse che si stanno scaricando, identificando gli eseguibili proprio come avviene da tempo sul concorrente Google Chrome.

Arrivata anche l'implementazione del codice per la gestione del Playback video tramite WebM EME Widevine, almeno per il momento si tratta però di un aggiornamento dedicato unicamente alle piattaforme Windows e Mac. Questo update consentirà agli utenti di svincolarsi maggiormente dai plugin di terze parti e agli sviluppatori di disporre di un ulteriore supporto nativo per la gestione dei contenuti multimediali.

Miglioramenti anche per l'SDK module loader, tali interventi dovrebbero tradursi in un boost delle performance non indifferente per le SDK extensions.

Sempre in questa release sono state aggiornate le keyboard shortcut: ora è possibile usare la combinazione Ctrl+Tab per muoversi tra le varie tab usate di recente, mentre tramite Ctrl+Alt+R si può entrare nella Reader Mode sulla pagina che si sta visualizzando.

Firefox 50 dovrebbe arrivare presto nei repository delle principali distribuzioni Linux, dunque gli utenti non dovranno fare altro che aggiornare normalmente il proprio sistema, per coloro che non vogliono attendere sul sito di Mozilla è presente il comodo binario precompilato.

Via Mozilla

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *