Ad annunciare il freeze è stato il developer di Canonical Adam Conrad con un classico messaggio nella mailing list ufficiale. Ubuntu 17.10 "Artful Aardvark" sarà la prima versione priva di Unity dopo ben 6 anni, è dunque particolarmente attesa dalla community in considerazione del fatto che, ormai, l'ambiente grafico sviluppato da Canonical iniziava a non dimostrarsi più al passo con i tempi.

Di serie Ubuntu 17.10 sarà equipaggiata con GNOME 3.26, l'ultima versione dell'ambiente grafico di Red Hat. Per Canonical si tratta di un ritorno al passato visto che prima di Unity il desktop environment di riferimento di Ubuntu era lo storico GNOME 2.

Ubuntu 17.10 usa Wayland come display server predefinito. Canonical ha dunque scelto di pensionare Xorg, anche se comunque è sempre possibile trovare Xorg come sessione opzionale nel pannello di login di GNOME, potrebbero infatti presentarsi alcune configurazioni hardware non compatibili con Wayland (principalmente le GPU Nvidia).

Ubuntu 17.10 verrà rilasciata unicamente per architetture a 64bit (x86_64), questo perché anche se i terminali a 32 bit ancora attivi sono numerosi, il mercato dei PC domestici e dei server è ormai composto unicamente da macchine con architettura a 64bit, quindi lo sviluppo di una versione dedicata al 32bit è ormai considerata superflua da Canonical.

Per il 19 ottobre sono attese anche le versioni stabili delle varie flavors ufficiali del progetto, ovvero Kubuntu, Lubuntu, Xubuntu, Ubuntu Studio, Ubuntu MATE, Ubuntu Kylin ed Ubuntu Budgie.

Via Ubuntu

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *