Tuttavia la community di Debian ha fin da subito espresso qualche perplessità in proposito all'introduzione dei pacchetti per la gestione di ZFS, soprattutto in considerazione del fatto che la licenza con cui è stato rilasciato questo file system, la Common Development and Distribution License, è incompatibile con le Debian Free Software Guidelines.

ZFS è stato sviluppato da Sun Microsystems per il suo sistema operativo Unix-like Solaris. Si tratta di un file system open source, tuttavia la CDDL ideata dal produttore sembrerebbe seguire una filosofia in contrasto con quella di un progetto libero e aperto come Debian.

A questo proposito Donald Norwood, membro del Debian Publicity Team, ha confermato che i pacchetti di ZFS resteranno nel repository contrib e non saranno spostati in quello principale proprio perché la licenza del file system non soddisfa i requisiti delle linee guida della distribuzione, dunque ZFS non entrerà nel main repository.

Si tratta dunque di una forma di implementazione diversa da quella adottata, per esempio, da Canonical su Ubuntu 16.04, dove ZFS si trova nei repository principali.

Via Bits from Debian

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *