I nuovi strumenti a salvaguardia della riservatezza dei navigatori includono innanzitutto SurfEasy, una soluzione VPN (Virtual Private Network) commerciale recentemente entrata a far parte dei prodotti di proprietà di Opera e ora evidenziata all’apertura di ogni sessione di navigazione anonima (“Private browsing”) sul browser.

Nuove opportunità di difesa della privacy entreranno a far parte della dotazione di Opera in seguito all’acquisizione di SurfEasy, promette la software house nordeuropea, mentre una funzionalità già inclusa in Opera 32 è la sincronizzazione delle password tra diversi PC.

Ora l’utente non dovrà più ricordare tutte le password per i siti Web più frequentati, sostiene Opera, ferma restando la necessità di tenere a mente almeno la “master password” dietro cui si nascondono tutte le altre password. La funzionalità è al momento disponibile soltanto sulla release desktop di Opera, mentre dovrebbe arrivare sulle altre piattaforme entro l’anno.

Via | Opera Desktop Team

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *