Vediamo in breve le novità hardware della Raspberry Pi 3 B+:

  • CPU quad-core ARM Cortex-A53 da 1.4GHz a 64-bit.
  • Gigabit Ethernet (over USB).
  • Dual-band WiFi e Bluetooth.
  • Power-over-Ethernet (PoE) pins.

raspberry-pi-3b+

Vista l'introduzione di una nuova CPU, la BCM2837 con un clock più elevato, il team ha lavorato per migliorare la gestione termica della board. Ora la Raspberry Pi riesce a gestire il calore prodotto in modo più efficiente, evitando le temperature di throttling. E' stata inoltre migliorata la funzionalità PXE (Preboot Execution Environment) e l'USB Booting. Grazie a questo update sarà possibile eseguire il boot dell'OS direttamente da un disco USB con evidenti vantaggi rispetto ad una comune microSD.

raspberry-pi-3b+

L'innovazione più rilevante di questa Raspberry Pi 3 B+ è probabilmente il supporto alla Gigabit Ethernet. Gli sviluppatori della Raspberry ammettono che la board ha sempre sofferto di problemi di Ethernet bottleneck e di throttling network speed, questo perché il team ha sempre adottato un sistema Ethernet over USB 2.0. La velocità dei pacchetti veniva dunque ridotta a causa dei limiti del protocollo USB 2.0 che in determinati contesti risultavano essere penalizzanti.

Nella Raspberry Pi 3 B+ il vecchio LAN9514 USB hub è stato sostituito con il nuovo LAN7515 USB hub che porta il supporto alla Gigabit Ethernet permettendo prestazioni di rete inedite su una Raspberry. Purtroppo si tratta pur sempre di una connessione Ethernet over USB, ma rispetto ai modelli precedenti è stato fatto un importante passo in avanti in termini di prestazioni di rete.

raspberry-pi-3b+

Le novità per il comparto network non sono finite, infatti è stato introdotto un nuovo modulo wireless dual-band che consentirà di sfruttare pienamente le potenzialità delle reti 5Ghz/2.4Ghz, dando anche la possibilità di connettersi contemporaneamente a due tipi di reti wireless.

Ultima ma non meno importante novità arrivata con questo upgrade hardware è il supporto al Power-over-Ethernet, grazie all'introduzione di questa feature sarà possibile alimentare la propria Raspberry Pi utilizzando lo stesso cavo che le collega alla rete Ethernet. Ciò è stato possibile grazie all'aggiunta di quattro pin offset al main GPIO header. Un official HAT (add-on board) è stato progettato per offrire tale funzionalità in modo nativo e presto verrà reso disponibile all'acquisto.

La Raspberry Pi 3 B+ è perfettamente compatibile con Raspbian, la distribuzione Linux sviluppata dal team della board sulla base di Debian, che è stata già aggiornata per supportare gli upgrade hardware del nuovo modello. Chi è interessato alla Raspberry Pi 3 B+ non dovrà preoccuparsi di cercare nuove soluzioni software né di aggiornare il proprio toolset.

Via Raspberry Pi

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *