Il nuovo software per l’animazione Web della compagnia americana si chiama dunque Animate CC, nomenclatura che evidenzia prima di tutto la più stretta integrazione del programma con la piattaforma in abbonamento della stessa casa madre nota come Creative Cloud.

Animate CC incorpora il supporto nativo per Canvas di HTML5 e per WebGL, evoluzione di tecnologie già presenti nella release precedente (“Flash Professional CC”) e che nel caso di WebGL continua ad essere sperimentale.

Il formato Flash è ancora pienamente supportato anche in Animate CC e, in taluni casi – come la distribuzione dei progetti sotto forma di pacchetti “app” per iOS e Android, la storica tecnologia multimediale è addirittura indispensabile.

Ulteriori funzionalità aggiuntive di Animate CC includono Vector Art Brushes, in grado di modificare il percorso dei tratti di pennello già disegnati, il supporto alle risoluzioni video in Ultra HD/4K e superiori, i Canvas ruotabili nonché i template riutilizzabili per i contenuti in HTML5.

Via | Adobe

1 CommentoDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Al dila della inquietante campagna antiflash iniziata da steve jobs e perpetuata negli ultimi anni da pressocche tutti, io non sono tanto convinto della sua cosi estrema pericolosità, se poi rapportato con le vulnerabilità altrui. Comunque ho provato a convertire in html5 un mio gioco in flash, html5 sembrerebbe che scrip complessi non li digerisce (funziona ma rallenta tutto a scatti). Flash va migliorato ma è INDISPENSABILE (perlomeno per i videogiochi)

graziano
graziano