Ogni sviluppatore sa che il suo lavoro è fatto di sfide quotidiane che vanno affrontate e di clienti che diventano sempre più esigenti: «Vorrei un portale Web, naturalmente accessibile anche da mobile, con un'amministrazione che funzioni come client sui pc della rete locale in piena sicurezza.» «Qualcos'altro?» «No ...mi accontento».

Per fortuna il bravo sviluppatore, o meglio, il bravo team di sviluppo ha tutte le risposte e non si tira indietro quando si tratta di dimostrarlo.

Ma ne siamo sicuri?

Microsoft e HTML.it hanno architettato un gioco in Silverlight proprio per scoriprlo.

defyallchallenges.png

Iniziamo la sfida, scegliamo il nostro avatar e veniamo proiettati in un paesaggio fantastico. Dobbiamo guadagnarci gli oggetti che troviamo sulla scena, cercando di essere velocissimi nel rispondere alle domande. In questo modo accumuleremo i punti necessari ad entrare nella graduatoria, ma soprattutto per ottenere uno sconto del 40% sull'acquisto di Visual Studio 2008 Professional + MSDN Premium.

Buona Fortuna a tutti!

23 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Ha ragione Luglio7. Il fatto che Silverlight sia utilizzato da siti come Rai.tv può far riflettere, e più che sugli accordi commerciali tra m$ e mamma Rai, direi sulla qualità  dello streaming video. Sinceramente trovo un po' sbrigativo e forse anche poco lungimirante bollare Silverlight come "piattaforma nata morta". A mio parere le tecnologie per le RIA (Ajax/CSS, Flash e SL) andranno ad occupare settori di utilizzo particolari, semplificando potrbbe essere questo lo scenario: JS per le applicazioni Web, Flash per l'adv e SL per lo streaming.

Luigi
Luigi

Proviamo a deviare la discussione (il fatto che html.it sia sponsorizzato da microsoft mica é una novità ). Ma qualcuno lo uso o no Silverlight?? A me sembra una piattaforma morta. Lunga vita a Flash! :)

Luglio7
Luglio7

già  odio il flash, figuriamoci silverlight. cmq concordo con chi dice che c'é già  troppa pubblicità  in questo sito. questi post-pubblicitari sono gocce che fanno traboccare il vaso.

Paolo
Paolo

Non e' solo pubblicita' microsoft, qui' c'e' anche il tentativo di diffondere Silverlight, obiettivo a cui microsoft sta puntanto fortemente per cercare di scalzare dalla sua posizine dominante, il Flash player di casa Adobe. Ma comunque, i costi di redazione devono essere pur coperti, e se questo puo' dare una boccata d'ossigeno per mantenere la qualita' del lavoro (direi eccellente fino ad ora), ben venga. Tanto io Silverlight non lo installo comunque...

ferli
ferli

Ma io dico non bastava Flash, che volendo poi a qualcosina.. serve. Ma anche Silverlight. E pensare che vogliono rendere il web più "fruibile a tutti".

@rchie
@rchie

Mamma mia due post per Visual Studio nel giro di una sola pagina, uno sulle scorciatoie di tastiera e poi questo, mica male. No grazie non uso prodotti Microsoft. m.

Marco Grazia
Marco Grazia

Ne approfitto per fare i complimenti allo staff! Se ogni tanto esce qualche post che sembra una pubblicità  non fa niente, dovrete pur campare, basta solo che non scenda la qualità  del blog!

Noc77
Noc77

Siete sempre stati un riferimento per il mio lavoro e quello del mio team, ieri a pranzo parlavamo di quanta pubblicità  state inserendo nelle pagine e siamo arrivati alla conclusione che i contenuti stanno perdendo importnza e risalto ... secondo noi il vostro lavoro é eccezionale e comprendiamo anche la necessità  di essere supportati da uno o più sponsor ma iniziano ad essere molto invasivi, splashscreen, flash, topbanner, bottombanner ... ora pure i post

Stefano
Stefano

Il ringraziamento lo facciamo nel momento in cui visitiamo ogni giorno il sito stesso o ci iscriviamo al feed. Si stava parlando d'altro. Per la cronaca, se nel 1997 Html.it era il punto di riferimento, di certo oggi c'é molta più concorrenza, anche per, eventualmente, migrare verso altri lidi.

Alessandro
Alessandro

Pubblicità  o meno...dovreste solo ringraziare la redazione di html.it x ciò che ha fatto dal 1997 ad oggi. E non sicuramente merito della Micro$oft ma solo grazie alla loro bravura.

Antonio
Antonio