Amazon Linux 2 è disponibile tramite l'Amazon Machine Image (AMI) per l' Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2). Gli sviluppatori però hanno reso disponibile anche delle Docker Container Image, oltre alle Virtual Machine Image, che possono essere utilizzate tramite VMware, Oracle VM VirtualBox e Microsoft Hyper-V.

Amazon Linux 2 offre un supporto a lungo termine pensato per assicurare un ambiente duraturo a tutte le applicazioni che necessitano di un sistema stabile negli anni, senza però rinunciare agli ultimi pacchetti software disponibili per Linux. Anche se si tratta di una release LTS, i suoi repository verranno costantemente aggiornati con le ultime librerie software. Assicurando quindi ai developer di terze parti un ambiente di sviluppo sempre al passo con i tempi.

La distribuzione è ovviamente integrata con Amazon Web Services, inoltre dispone di sviarti AWS tool, come ad esempio AWS CLI e cloud-init, che permettono di automatizzare numerosi task ripetitivi.

Gli sviluppatori Amazon hanno ovviamente dato un occhio di riguardo all'implementazione dei protocolli di sicurezza. Amazon Linux 2, di base, limita gli accessi da remoto tramite l'uso di coppie di chiavi SSH e, di default, è disabilitato il login remoto da parte del root. La distribuzione è stata impostata per limitare al minimo la presenza di package non necessari installati in una determinata istanza, riducendo dunque l'esposizione a potenziali vulnerabilità. Al boot verranno sempre applicati gli aggiornamenti dei pacchetti etichettati come "critical" o "important".

Amazon Linux 2 viene fornito senza nessun costo aggiuntivo.

Via Amazon Linux 2

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *