Sì, perché con il sopraggiungere dell'estate parte anche la grande scalata alle vendite natalizie, sebbene ancora molti mesi separino i consumatori dagli acquisti compulsivi di dicembre. Perché così tanti professionisti procedono con largo anticipo e, ancora, per quale ragione scegliere proprio l'estate per trasformare l'azienda nella dimora fuori stagione di Babbo Natale?

Sebbene possano persistere strategie diverse, e anche tempistiche assai differenziate, gran parte delle aziende online partono tra giugno e agosto per pianificare la tornata natalizia, ecco le ragioni più diffuse.

Progettazione

Quella natalizia rappresenta una delle progettazioni più complesse dell'anno. Essendo di norma il periodo in cui le vendite crescono sensibilmente, e si ottengono i migliori guadagni di tutti i precedenti 12 mesi, tutto deve essere pianificato al meglio.

Per chi si occupa di commercio online, questo si traduce innanzitutto nella realizzazione di una nuova veste grafica per il proprio sito, che possa riflettere il clima festivo, nonché in una grande ed estenuante opera di inventario.

È necessario analizzare i trend, capire quali potrebbero essere i prodotti che andranno per la maggiore a Natale, fotografare ogni singolo oggetto, caricare le schede prodotto, aggiornare i prezzi, impostare vendite promozionali e molto altro ancora.

Un lavoro che può richiedere anche un paio di mesi di dedizione continua, tempo che solitamente non è disponibile in autunno: chi lavora sull'online, infatti, da settembre a novembre potrebbe essere preso con altri temi, come le immancabili offerte scolastiche del "Back To School" o il gran numero di gadget tecnologici che vengono lanciati sul mercato proprio tra il rientro estivo e la fine dell'anno.

Tempestività

Aver tutto pronto al rientro dalle vacanze estive, in vista della stagione natalizia, è anche necessario per fronteggiare la variabilità del mercato e i nuovi trend di vendita. Una recente ricerca, ad esempio, ha rivelato come da qualche anno a questa parte il 40% dei consumatori completi gli acquisti natalizi già entro il 30 ottobre, approfittando anche di tornate promozionali come il Black Friday o altri eventi climatici.

Dimostrarsi già pronti alla prima ondata di richieste da parte dei propri clienti, senza necessariamente attendere i classici novembre o dicembre, garantirà non solo un vantaggio competitivo sui propri concorrenti, ma offrirà anche una crescita più veloce sulle vendite.

Forniture e indicizzazione

Qualsiasi attività online si ritrova spesso a combattere con due grandi colli di bottiglia: i dilungati tempi di consegna da parte dei propri fornitori e, fatto non da poco, la scalata all'indicizzazione sui motori di ricerca. Pianificare la tornata natalizia in estate consente ai fornitori di agire con una finestra temporale sufficientemente estesa, affinché non si rimanga privi di un prodotto particolarmente amato dai consumatori proprio quando è più probabile che lo acquistino.

È inoltre necessario che i motori di ricerca comprendano i cambiamenti al proprio catalogo, indicizzandoli per tempo, nonché che i SEO possano avere un numero sufficiente di settimane per ottimizzare i contenuti per visualizzare più in alto possibile i prodotti nelle query dell'utente.

Un'indicizzazione di prima pagina su Google, soprattutto se nelle prime posizioni, può anche aumentare del 70-80% le proprie possibilità di concludere le transazioni. Naturalmente, ottenere quelle posizioni non è questione di un istante, ma richiede parecchio impegno e dedizione.

Corrieri e spedizioni

La puntualità della consegna dei prodotti acquistati è di fondamentale importanza nel periodo natalizio: nessun cliente vorrà ricevere il proprio acquisto quando l'albero di Natale verrà smontato, un fatto che potrebbe influire negativamente sia in termini di fiducia che di passaparola. Eppure, non sempre gli accordi stretti con corrieri e servizi postali assicurano sufficiente rapidità.

Pianificare tutto d'estate permette non solo di vagliare con calma i corrieri con cui stringere delle partnership, ma anche di monitorarne il comportamento, potendo eventualmente approfittare di un cambio in corsa.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *