firefox

Grazie all'architettura multi-processo e ad Electrolysis ogni componente di Firefox, compresi gli add-on e i plugin vari, verrà avviato in un processo separato. In questo modo se un componente dovesse crashare tale evento non avrebbe nessun impatto sul funzionamento delle restanti funzionalità del browser.

Questo tipo di impostazione renderà anche più semplice utilizzare le architetture multi-processore rendendo Firefox più performante in diversi contesti. Inoltre, la separazione dei processi rende l'applicazione più sicura in quanto i vari componenti sono separati da una sandbox; in caso di plugin e add-on contenenti codice malevolo l'utente sarà maggiormente tutelato.

firefox

Su Firefox 54 continua l'integrazione del nuovo standard WebExtension API, queste interfacce sono state concepite per realizzare un sistema di add-on comune tra più browser e anche il team di Chrome sta lavorando al progetto. La community dev di Mozilla prevede di renderle obbligatorie sul browser del "Panda Rosso" entro novembre 2017, in tempo per il rilascio di Firefox 57, invitando di fatto i developer di terze parti a convertire le proprie soluzioni alle nuove API.

firefox

Grazie al nuovo update della WebExtension API è ora possibile creare dei DevTools panel personalizzati, usare dei protocolli custom e creare siderbar.

Sempre in questa release è arrivato il supporto per le CSS shapes, esso permette di definire quali parti di un elemento devono essere visibili. Ora i developer disporranno di un raggio di azione più ampio potendo creare degli effetti basati su cerchi, ellissi, rettangoli o varie forme poligonali.

L'update è già disponibile per tutte le versioni di Firefox e dovrebbe arrivare in automatico su tutti i sistemi supportati. Se non si vuole attendere oltre è sempre possibile scaricare l'installer dal sito ufficiale di Firefox.

Via Mozilla

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *