Se infatti i bug gravi scoperti in Firefox, Thunderbird e altri valevano in precedenza un massimo di 3.000 dollari, ora per i bachi di alta pericolosità – come quelli che potrebbero portare all’esecuzione di codice da remoto senza l’utilizzo di altre vulnerabilità – la “taglia” più ricca ammonta a ben 10.000 dollari.

Oltre a far salire drasticamente il premio in denaro per i bug hunter, Mozilla garantirà ora taglie dal valore variabile a seconda della qualità dei bug report, la pericolosità della falla e la sua facilità di utilizzo per azioni potenzialmente malevole.

Mozilla, come d’altronde già Google e Microsoft prima, ha insomma tutta l’intenzione di invogliare i migliori hacker ed esperti di sicurezza disponibili sulla piazza a mettere sotto torchio il suo codice per elevarne in maniera sensibile il livello di qualità.

Via | The Register

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *