Firefox 61 dovrebbe beneficiare, sia sulla sua versione per Linux che in quella per Windows, del nuovo faster tab switching. Grazie a tale feature l'utente potrà gestire e visualizzare al meglio le schede aperte anche tramite varie combinazioni di tasti predefinite. I developer di Mozilla stanno lavorando sulla versione per MacOS cosi da distribuire le WebExtensions su processi separati, proprio come avviene negli altri sistemi operativi, inoltre è prevista l'integrazione con la funzionalità di share del sistema Apple, in modo che gli utenti possano condividere i link e le pagine direttamente dal "Page Actions" menu.

Novità in arrivo anche per l'implementazione di Quantum CSS, si sta infatti puntando a migliorare il rendering delle Web UI grazie all'introduzione della nuova feature di retained display list che andrà ad agevolare notevolmente le operazioni di rendering delle pagine. Per quanto riguarda il settore della sicurezza sta per arrivare il supporto ad un nuovo protocollo, Firefox 61 andrà infatti a bloccare di default l'accesso alle sotto-risorse FTP nelle pagine HTTP/HTTPS. L'utente però sarà sempre libero, ad esempio tramite il plugin OpenSearch, di creare delle regole personalizzate.

Mozilla ha sempre puntato alla personalizzazione dell'esperienza utente, permettendo di modificare l'aspetto di Firefox anche in modo profondo, la fondazione non ha intenzione di deviare da questo percorso e su Firefox 61 è stato migliorato l'accesso al pannello di personalizzazione che adesso è raggiungibile tramite l'URL about:preferences#home oppure dall'icona a forma di ingranaggio presente nella homepage.

È in arrivo anche un nuovo drop-down menu per il Developer Tool Network Panel che darà accesso alla funzionalità di bandwidth throttling, cosi da non obbligare i developer di terze parti ad utilizzare la Responsive Design Mode per utilizzare tale funzionalità.

Via Firefox 61 for developers

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *