Due progetti, due campi di interesse differenti ma un unico denominatore: C#. Si chiamano OpenSimulator e Parallel C#. Il primo è un progetto nato con l’intento di creare un nuovo Second Life interamente sviluppato in linguaggio C#, mentre il secondo si prefigge di creare una evoluzione del linguaggio permettendone un suo utilizzo nel mondo della programmazione parallela. Ancora una volta questi progetti dimostrano la flessibilità  del .NET Framework in generale ed in particolare di C#, che da quando è stato rilasciato non ha fatto altro che riscuotere successi, grazie alla sua perfetta integrazione nel .NET Framework ed alla sua facilità  di apprendimento.

Su questa pagina trovate il sito ufficiale del progetto OpenSimulator, mentre qui trovate il sito di Parallel C# che ne descrive tutte le caratteristiche in maniera molto chiara ed esaustiva.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
3 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Ringrazio per il lei. So quello che dico. De facto ero presente quando in Italia sono arrivate le prime release di C#. Sotto il naso e facevano abbastanza schifo a qualunque programmatore degno di tale nome (allora, almeno). Mono é fiancheggiatore di Macrosoft che da, parte sua la snobba e lo ostacola per paura che gli porti via il mercato. Per il mondo Microsoft é un'ottima cosa, sicuramente. Pure . Net. Anche Mono che, ricordo, é stato costruito per predisporre applicazioni Microsoft da ll'esterno della Microsoft ( e lei non ha gradito pe niente). Ovviamente, al solito si può fare di tutto anche cnon questi due aggeggi.....All'interno di Microsoft o diretti verso di esso, dato che sono compatibili solo con se stessi e poco altro. Per quanto riguarda il poco altro, sarei contento se mi venisse indicato il poco o il molto in questione. Se é molto prevedo per Mono ulteriori difficoltà  e ancor meno gradimento dels uo successo ain quel di Redmond. Senza nulla togliere alla qualità  dei due aggeggi, ovviamente.....

Ratamusa
Ratamusa

Opinione abbastanza opinabile la sua signor Ratamusa. C# é uno dei linguaggi possibili su .net, sicuramente il linguaggio più adatto per programmare in .net per svariati motivi, ma lei non tiene in considerazione le potenzialità  dell'intera piattaforma tecnologica del Framework .net solido moderno ed efficiente. Contesto la sua asserzione che C# sia un Java Sun modificato. C# non deriva da java. Le ricordo che Microsoft utilizzava nei sui linguaggi sintassi C-like molto prima che nascesse java e non basta implimentare le parentesi graffe nel linguaggio per dire che si é copiato da java. La sintassi C-like é la più diffusa tra i programmatori di tutto il mondo e allora perché non appoggiarsi su quelle convenzioni per facilitare l'approccio di programmatori esperti ad una nuova tecnologia? Io sono sviluppatore sia java che .net e personalmente quando mi chiedono di sviluppare qualcosa in java non sono proprio contento. Personalmente preferisco .net perché oltre che avanzato, moderno ed efficiente é anche più divertente e poi con Visual Studio 2008 (che personalmente ritengo il miglior IDE al mondo) il programmare mi é tutto più semplice e la mia produttività  ne esce migliorata. Con Mono poi le applicazioni .net girano anche su altre piattaforme e siamo sempre di più quelli che preferiscono il porting di applicazioni C# su linux utilizzando mono che applicazioni analoghe scrita in java. Ci pensi bene prima di denigrare C# e .net solo perché vengono da Microsoft. Si dice che C# sia "il java che abbiamo sempre desiderato", penso sia vero.

stefano
stefano

Senza togliere nulla al .Net, per quanto ho potuto vedere io, chi continua con quel sistema é perché, arriva da un uso quasi esclusivo di altri prodotti Microsoft, li sottomano e non può o non vuole cercare altro (compatibilità , mancanza di fantasia, ordini superiori, timori di esporsi o altri motivi simili). Ricordo che il C# non é altro che un Java Sun modificato, ad uso e consumo Microsoft e per impedire migrazioni verso mondi non-Microsoft.

Ratamusa
Ratamusa