Non che Google non metta a disposizione strumenti validi e tecniche avanzate per lavorare con il suo servizio di mappe, ma segnalo comunque GPlotter una libreria Javascript che si appoggia a Prototype e ad un file XML in cui salvare i riferimenti alle località  per incorporare punti di interesse all’interno delle mappe. Tutto molto facile. Tanto facile che in due minuti di orologio persino io sono riuscito a fare una piccola demo.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1 CommentoDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

ma é possibile utilizzare le mappe in un sito commerciale senza dover pagaare alcunché?

Ste
Ste