Linux e container

Progetti come Docker e Kubernetes hanno portato Linux su ogni piattaforma software esistente. I principali processi di sviluppo sono stati rivoluzioni dall'introduzione dei container. Ora Linux non domina solo il mercato server ma anche quello dello sviluppo software in generale. Microsoft stessa ha deciso di implementare WSL (Windows Subsystem for Linux) in Windows 10, cosi da assicurare una piena compatibilità con Docker e con i programmi per la Bash Linux. In questo modo Linux ha fatto il suo ingresso nei PC di milioni di utenti Windows.

Evoluzione delle distribuzioni

Negli ultimi anni le stesse distribuzioni sono maturate notevolmente, evolvendo verso nuovi standard comuni e migliorando il supporto hardware (anche se non ai livelli di Windows). Systemd, Wayland e Snappy hanno contribuito ad uniformare le distribuzioni e i due principali Desktop environment hanno integrato questi programmi nel modo migliore. Anche l'esperienza utente in generale ha fatto passi da gigante e la maggior parte delle distribuzioni è più facile da installare e da gestire rispetto al passato. Inoltre, la diffusione delle board ARM come Raspberry Pi ha contribuito allo sdoganamento di Linux negli ambienti scolastici e nelle case degli utenti anche meno "esperti".

Windows 10 come rolling release

Linux però ha ancora quote di mercato molto marginali sui sistemi desktop, nel 2017 è rimasto sotto il 2% di market share a livello mondiale. Questo è dovuto anche alle grandi innovazioni nell'esperienza utente di Windows 10. L'azienda di Redmond si è poi aperta notevolmente al mercato open source, rilasciando sotto licenza libera diversi dei suoi prodotti dedicati ai developer, attirando nuovi utenti verso la propria piattaforma e i propri tool. Inoltre Windows ha l'enorme vantaggio di avere il supporto delle grandi software house, il vero tallone d'Achille delle distribuzioni Linux è infatti l'assenza di alcune applicazioni professionali come la suite Adobe o vari gestionali amministrativi molto utilizzati.

Windows 10 ha in parte superato la staticità dei suoi predecessori, il ciclo di sviluppo e la quantità di aggiornamenti distribuiti hanno introdotto il concetto di "rolling release" anche in questo progetto.

Windows VS Linux: quale scegliere?

La risposta a questa domanda che spesso gli utenti si pongono è: dipende. A secondo delle vostre esigenze o del contesto lavorativo sarà più efficiente avere un PC con Linux oppure con Windows. Non esiste il sistema perfetto, entrambi gli ecosistemi presentano vantaggi e svantaggi che ogni utente dovrebbe conoscere e tenere in considerazione prima di scegliere un sistema di riferimento.

Via Datamation

2 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Mi sembra chiaro che una risposta univoca non potrà mai esistere. Per un'utenza aziendale, credo che Windows sia praticamente una scelta obbligata proprio in virtù della compatibilità con i vari software gestionali. Per i server, il discorso già cambia e Linux guadagna molti punti. Quello che è certo è che, qualitativamente parlando, da Windows XP in poi la Microsoft lo ha solamente peggiorato, nonostante in quest'articolo venga detto il contrario. A livello desktop è diventato praticamente inutilizzabile, lento, invasivo, "spione", consuma un sacco di risorse per funzioni assolutamente inutili (CORTANA?!?! Ma chi lo usa?), finanche i messaggi di errore sono scritti male e tradotti peggio, in un linguaggio così "semplificato" al punto di diventare incomprensibile anche all'utente più esperto. Diverse scelte, come quella di avere il Pannello di Controllo insieme alle Impostazioni, fanno capire che Microsoft investe sicuramente di più in avvocati che in sviluppatori. E i risultati si vedono.

Francesco Anastasio
Francesco Anastasio

Tutto questo parlare di container ma mi sfugge ancora quali sono i vantaggi. Linux può andare bene se ho un paio di server su cui non devo fare audit ma se devo creare un ambiente Enterprise integrato non vedo grandi alternative ad Active Directory.

Roberto ramogna
Roberto ramogna