Sin dall'inizio .NET ha permesso ai developer di realizzare build e operare deploy in modo semplice e veloce; accade così che nello Stack Overflow developer survey 2016 C# risulta essere uno dei linguaggi più popolari tra i professionisti del codice e viene superato soltanto da Java e Javascript. Nel corso degli ultimi anni .NET è diventato un progetto sempre più libero e aperto, e ora grazie a .NET Core anche gli utenti delle distribuzioni Linux possono adottarlo per sviluppare applicazioni.

L'apertura della Casa di Redmond verso la community open source è stata a suo modo una svolta epocale che ha ridato nuova linfa vitale alla piattaforma grazie al supporto dei developer indipendenti quest'ultima ha una marcia in più che gli permette di essere sempre innovativa in ambienti prima dominati dalle soluzioni prodotte da Oracle. Attualmente .NET include tool per lo sviluppo di cross-platform web app, cloud service, mobile device app e titoli per il gaming.

15 anni fa, l'azienda ora guidata da Satya Nadella ha definito .NET come una base per i "Next Generation Windows Services" e il suo sviluppo non si è mai fermato. In una recente intervista a Mads Torgersen, developer Microsoft nel team .NET, lo sviluppatore ha dichiarato che l'azienda di Redmond desidera espandere ulteriormente la già folta community dei developer, investendo risorse ingenti su .NET affinché diventi sempre più concorrenziale restando sempre al passo con i tempi, cosi da soddisfare al meglio la sua developer base.

Il prossimo importante anniversario è fissato per il 7 marzo con la release di Visual Studio 2017, quando si festeggerà il ventennale dell'IDE.

Via Blog Microsoft

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *