L’interfaccia a “piastrelle” è da sempre uno degli elementi caratterizzanti di Windows Phone, e gli sviluppatori di App mobile sono stati sin qui chiamati al rispetto delle linee guida dell’ambiente Microsoft – magari costringendo a modificare il codice sviluppando una nuova UI per App già disponibili sugli altri sistemi.

Al momento Windows Phone non è esattamente la piattaforma più popolare al Mondo, quindi il cambio di strategia per attirare i programmatori di App popolari sull’ecosistema di Redmond è un’ipotesi più che plausibile. La stessa corporation, come si evince dalle succitate build di Windows 10 per dispositivi mobili, ha cominciato a includere nuovi elementi di design nelle App ufficiali.

Un’altra buona ragione per il “liberi tutti” nei requisiti di design per le App è il debutto della piattaforma nota come Universal App Platform; Microsoft promette applicazioni in grado di funzionare, a partire dallo stesso codice, sia su PC Windows (10) come su gadget mobile e console Xbox One. Una UI pensata solo per uno smartphone girerà prevedibilmente molto male sullo schermo di un computer o il megaschermo del TV-set domestico.

Via | Neowin

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *