L'iniziativa non giunge a caso, il 3 novembre l'azienda californiana effettuerà il lancio commerciale in preordine dell'iPhone X e gli utilizzatori del nuovissimo melafonino potranno installare le applicazioni ARKit nel dispositivo più adatto al loro funzionamento. Non si tratta di una questione legata unicamente alle alte prestazioni del processore A11 Bionic, ciò che rende questo smartphone una soluzione ottimale per la Realtà Aumentata point-and-play di ARKit è anche il supporto al riconoscimento facciale.

Per questo motivo la Casa di Cupertino vuole incentivare quanto più possibile i coders a realizzare soluzioni capaci di sfruttare al meglio Face ID e la fotocamera TrueDepth. In un recente post sul blog degli Apple doveloper la compagnia ha voluto inoltre sottolineare quelli che dovono esse gli aspetti da curare maggiormente per garantire il successo di un progetto ARKit. A cominciare dalla

Interfaccia utente

La Realtà Aumentata potrebbe essere un'esperienza nuova per diversi utilizzatori, è quindi necessario tenere d'occhio le linee guida ufficiali che permettono di definire un percorso lungo il quale accompagnarli nell'uso di questa tecnologia. Da questo punto di vista è poi fondamentale sviluppare delle interfacce intuitive. Uno dei sistemi per migliorare l'approccio degli utenti con le applicazioni ARKit è quello di creare delle

Anteprime video

Brevi filmati permetteranno di capire più facilmente il funzionamento di un'App e nello stesso tempo contribuiranno a promuoverla. L'App Store in iOS 11 supporta le App Previews in autoplay e questo permette un accesso immediato alle caratteristiche principali di un'offerta; nel caso della Realtà Aumentata, questa funzionalità diventa ancora più interessante. Ma le applicazioni proposte potranno essere veramente d'impatto quando riescono a mostrare tutte le potenzialità del

Face Tracking

Per questo motivo è fondamentale scoprire e controllare tutti i segreti del riconoscimento facciale in 3D, imparando come sia possibile rilevare la posizione, la morfologia e le espressioni di un volto. A questo proposito Apple ha preparato un'introduzione video completa dedicata al funzionamento del Face Tracking.

Per approfondire su ARKit e lo sviluppo di applicazioni AR:

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *