Citando direttamente dal sito ufficiale di Google, le caratteristiche dgli annunci nel formato "esteso" sono queste:

  • due campi del titolo da 30 caratteri ciascuno
  • un singolo campo espanso della descrizione da 80 caratteri (era ora!!!)
  • un URL di visualizzazione che utilizza il dominio dell'URL finale
  • due campi "Percorso" opzionali, utilizzati nell'URL di visualizzazione dell'annuncio, da 15 caratteri ciascuno.

aw_eta_adwords_it

Quindi, per farla breve, scompare l'URL di visualizzazione (che viene creato in automatico), e finalmente non dovremo più scervellarci per distribuire su due righe il testo! Inoltre il titolo viene sdoppiato in 2 parti, separate da un trattino. Ad oggi questo nuovo formato è già disponibile, e anche eventuali modifiche ad annunci già utilizzati prevedono l'utilizzo del nuovo formato.

La novità importante è che dal 31 gennaio 2017 il formato classico verrà eliminato, rimarrà disponibile solo il formato "esteso". Google dice espressamente:

"A partire dal 31 gennaio 2017, non potrai più creare o modificare annunci di testo standard con AdWords. Dopo tale data potrai creare e modificare annunci di testo solo utilizzando il formato degli annunci di testo estesi. Gli annunci di testo standard esistenti continueranno ad essere pubblicati assieme agli annunci di testo estesi".

In altre parole gli annunci già creati continueranno a funzionare come hanno sempre fatto, anche se sono nel vecchio formato. Non verranno modificati in automatico, e non gli accadrà assolutamente nulla. Però, se vorrete modificarli, verranno automaticamente trasformati nel nuovo formato (cosa che accadrà solo se li modificherete).

Invece i nuovi annunci potranno esser creati solo nel nuovo formato.

Una cosa molto interessante del nuovo sistema di creazione degli annunci è il fatto che viene visualizzata sia l'anteprima di come verranno visti dagli utenti su computer, sia come verranno visualizzati da mobile (ricordatevi che le ricerche da mobile sono sempre di più). Personalmente credo sia un deciso passo in avanti, ed il nuovo formato sembrerebbe essere decisamente migliore rispetto a quello precedente.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *