Questa volta il malfunzionamento risiede in grub2 che con alcuni sistemi UEFI va in crash, inoltre ci sono dei problemi nel gestire il boot di Windows 10, alcuni utenti che stanno testando Fedora 24 sono infatti impossibilitati ad usare il dual-boot con il sistema operativo di Microsoft.

Parliamo quindi di problemi rilevanti a carico del bootloader predefinito della distribuzione. Gli sviluppatori si sono dati una settimana in più per correggere questi bug in modo da offrire agli utenti un sistema veramente stabile. La community di Fedora è ormai abituata a questo genere di ritardi nel ciclo di sviluppo, in molti si augurano che presto il team adotti un nuovo ciclo di sviluppo più simile a quello usato da Debian che diventa disponibile soltanto "quando è pronta".

La nuova data di rilascio della versione stabile è fissata per il 21 giugno, quindi entro pochi giorni gli utenti di Fedora potranno comunque aggiornare il proprio sistema alla nuova release e godere delle ultime versioni dei desktop environment disponibili nei repository.

Via Fedora Blocker Bugs

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *