Questo pacchetto andrà ad installare la shell di Ubuntu su Windows rendendo dunque disponibile la bash e i vari tool da Terminale che fino all'anno scorso un'erano esclusiva dei sistemi unix-like. Con l'abilitazione del WSL non sarà quindi più necessario passare dal ramo "Insider" di Windows per accedere alla bash di Ubuntu. Si tratta di una novità che interessa in particolare sviluppatori e amministratori di sistema in quanto la versione di riferimento è quella server.

Nei prossimi mesi dovrebbero essere pubblicati anche i vari installer dedicati ad altre distribuzioni come Fedora e Suse. Sarà dunque possibile ottenere più shell in parallelo, isolate tra di loro su più distribuzioni, avendo quindi accesso a più gestori di pacchetti e configurazioni.

Il pacchetto presente nello store è attualmente disponibile solo per gli utenti del programma Insider. L'arrivo di Ubuntu su Windows Store risulterà dunque particolarmente comodo per tutti quei developer che utilizzano sia Windows che Linux come ambienti di sviluppo, soprattutto in considerazione del fatto che adesso non sarà più necessario installare un sistema in dual boot o utilizzare una macchina virtuale.

Via Microsoft

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *