Confermando tale strategia a partire da luglio 2018, con il rilascio della versione 68 di Google Chrome, ci sarà un piccola rivoluzione per chi non adotta ancora il protocollo HTTPS, infatti il browser inizierà ad indicare tutte le pagine Web non protette da certificati SSL come non sicure.

Dunque Big G ha implicitamente fissato un termine per tutti i Web developer che hanno a disposizione ancora 6 mesi per adattare i loro progetti ai nuovi standard di sicurezza, questi ultimi infatti sono ormai ritenuti necessari visto l'alto numero di dati sensibili che gli utenti affidano alle aziende sul Web.
Il team di Mountain View ha anche analizzato i dati riguardanti l'adozione di HTTPS negli ultimi anni ed è riuscito a stimare che circa il 68% dei traffico con Chrome su Android e Windows è ora protetto da una connessione HTTPS, su MacOS e ChromeOS la situazione è anche migliore visto che si raggiunge il 78%. Inoltre 81 dei 100 siti più visitati dagli utenti tramite Google Chrome utilizza HTTPS di default.

https

Il team di Google ha pubblicato dei consigli nel blog dedicato ai developer su come aggiornare il proprio portale per implementare una connessione HTTPS, inoltre è possibile eseguire il passaggio in modo automatico grazie al tool Lighthouse presente all'interno dei Chrome DevTools. Quindi i web developer hanno in mano tutti gli strumenti e le guide necessarie per mettere al sicuro gli utenti e i loro dati.

Via Security Google Blog

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *