Red Hat Enterprise

Partiamo con Red Hat Enterprise Linux 7.4, questo sistema è spesso sinonimo di Linux nel settore IT, si tratta infatti di una distribuzione davvero solida e l'infrastruttura di Red Hat è una delle più complete e potenti, inoltre l'azienda fornisce un supporto davvero eccellente sia per la controparte Cloud che per quanto riguarda le installazioni fisiche. Red Hat è predisposta per i maggiori sistemi di virtualizzazione e di container oltre che ad OpenStack.

SUSE Linux Enterprise Server

Andiamo adesso su SUSE Linux Enterprise Server 12 SP2. Questa storica distribuzione sviluppata in origine da Novell, ora da MicroFocus, è identificabile come una multi-purpose server distro. Viene largamente utilizzata da diversi ISP (Internet Service Provider) per la gestione della loro infrastruttura. Anche SUSE offre un ottimo supporto per i container e i sistemi di virtualizzazione, l'azienda mette a disposizione anche un servizio Cloud chiamato SUSE Studio che permette di realizzare la propria ISO personalizzata di SUSE.

Oracle Linux

È il turno di Oracle Linux 7.3. Rappresenta l'ambiente perfetto per far girare ed amministrare software sviluppato da Oracle stessa, come database e altre business application. Il suo codice si basa su Red Hat Enterprise Linux anche se Oracle inserisce numerose personalizzazioni al sistema per renderlo più appetibile, come il suo Unbreakable Enterprise Kernel (una versione dedicata del kernel Linux).

Fedora

Spostiamoci adesso su Fedora 26. Si tratta anche in questo caso di una derivata di Red Hat Linux anche se bisognerebbe dire il contrario. Infatti sono gli stessi developer Red Hat ad occuparsi dello sviluppo di Fedora che viene usata come ambiente di "sperimentazione" per le nuove tecnologie che poi verranno inserite su Red Hat Linux che è in pratica la versione commerciale di Fedora. Chi fosse interessato a tecnologie non ancora presenti sul Red Hat potrà optare su Fedora.

Ubuntu

Ultima distribuzione di oggi è Ubuntu 16.04 LTS. La versione Long Term Support della famosissima distribuzione sud Africana si presta perfettamente all'uso su server aziendali, Canonical offre un ottimo supporto alle aziende e al suo interno è possibile trovare tutti i tool necessari per la virtualizzazione e per la creazione e gestione dei container. Ubuntu è uno dei principali player nel mercato Cloud visto che è la base dell'infrastruttura dei server Amazon, Google e in parte anche di Microsoft Azure.

2 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Non capisco il razionale della scelta, se per Enterprise so intense distribuzioni che offrono un supporto da parte della casa madre Fedora non ci deve essere, altrimenti ci ne sono molte altre, ad esempio Debian, centos, o meglio tutte le distribuzioni Linux hanno nativamente servizi e applicazioni "Enterprise"

Massimo G
Massimo G

e cent OS???????????

sciacallo
sciacallo