Sostanzialmente, molti di coloro che hanno tentato di assistere alla manifestazione tramite Apple TV e Safari sarebbero stati costretti a visualizzare per 27 minuti una schermata suddivisa da barre colorate e una scheda fissa di programmazione oraria; a peggiorare le cose vi sarebbe stata anche un problema di sovrapposizione tra audio originale e la traduzione in Cinese trasmessa a volume troppo alto.

Come anticipato e peraltro confermato in seguito ad un'analisi effettuata da Dan Rayburn di Streaming Media, il disservizio sarebbe stato causato da alcune righe di codice JavaScript presenti sul sito Web della Mela Morsicata; nello specifico l'accaduto sarebbe addebitabile ad un intervento a carico delle pagine di Apple.com e riguardante il formato d'interscambio JSON (JavaScript Object Notation).

La modifica avrebbe riguardato l'integrazione di una componente interattiva per la visualizzazione dei tweets relativi all'evento, con chiamate per il refresh ad intervalli di tempo della durata di pochi millisecondi; contestualmente però, l'intervento eseguito avrebbe reso impossibile la memorizzazione in cache delle pagine del sito, fattore che si sarebbe tradotto in rallentamento delle prestazioni con conseguenze nefaste per lo stream.

Stando così le cose l'Akamai, che avrebbe messo a disposizione di Cupertino le sue infrastrutture per la distribuzione di contenuti, risulterebbe incolpevole, soprattutto in considerazione del fatto che il video trasmesso era stato posizionato in embedding nel sito della casa madre, dove JSON determinava le chiamate continue intervenendo negativamente sulla qualità del rendering.

Per quanto riguarda invece i problemi di riproduzione (o di sincronizzazione) audio, questi sarebbero stati causati da una configurazione errata dell'encoder che, una volta riavviato ad inizio evento, avrebbe determinato l'impossibilità di accedere regolarmente al feed tramite iOS o Apple Tv.

Via StreamingMediaBlog

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *