Atom IDE

Partiamo da Atom IDE, inizialmente venne sviluppato da Github per essere un normale code editor, ma nel tempo il suo team di sviluppatori si rese conto che il progetto aveva le potenzialità per diventare qualcosa di più grande, dunque, anche grazie alla collaborazione di Facebook, a settembre 2017 è stato lanciato Atom-IDE 1.21.

In questa versione sono state implementate molte nuove funzionalità oltre a varie migliorie per quelle già presenti. Ad esempio è stata migliorata la Find-in-Project results view e il supporto ad Electron, sono stati introdotti inoltre la possibilità di impostare un custom color profile, l'autocompletamento dipendente dal contesto e l'outline view.

E' poi arrivato un nuovo sistema di rilevamento degli errori e il supporto alla formattazione dei documenti. Atom-IDE non è dedicato unicamente a Javascript e può essere utilizzato con il linguaggio che preferiamo.

Visual Studio Code

Passiamo a Visual Studio Code, da quando Microsoft ha deciso di aprirsi alla community open source ha sfornato una lunga serie di progetti di successo, uno di essi è proprio Visual Studio Code, questo IDE offre diverse feature utili e ben integrate, come ad esempio la smart completion con IntelliSense, la built-in Git integration oltre a vari debug tool.

Visual Studio Code può anche essere migliorato e personalizzato tramite la vasta offerta di plugin realizzati dalla community del progetto. Visual Studio Code è risultato essere l'IDE più gettonato dagli utenti della nota piattaforma Stack Overflow.

Komodo Edit

È il turno di Komodo Edit, viene sviluppato da Activestate e distribuito in due versioni, una commerciale, Komodo IDE, ed una gratuita chiamata appunto Komodo Edit. A livello di funzionalità le due versioni hanno pochissime differenze, Kodomo Edit offre infatti svariate feature come la code refactoring, l'autocompletamento, il code browser, la "go to definition", il graphical debugging, il multi process debugging, il multithreaded debugging, la breakpoint configuration, il code profiling e il supporto integrato per l'unit testing.

Brackets

Andiamo ora su Brackets, questo progetto di Adobe si focalizza sulle esigenze dei web designer. Il team di Adobe ha dunque realizzato le sue funzionalità in modo che siano possibile vedere in tempo reale i risultati ottenuti con l'introduzione di nuovo codice, tale feature si chiama appunto Live Preview.

Brackets può quindi sincronizzarsi istantaneamente col browser e mostrarci le modifiche fatte al codice in modo istantaneo. Brackets dispone anche di una Quick Edit UI che offre tutti gli strumenti necessari per realizzare ciò di cui abbiamo bisogno.

WebStorm

Chiudiamo questo post con WebStorm, si tratta di uno degli IDE più popolari sul mercato, viene sviluppato da JetBrains e il suo team ha realizzato un potente ambiente di sviluppo che include anche delle funzionalità di smart coding assistance oltre ovviamente alla code completion, all'error detection e al refactoring, senza contare che dispone anche del supporto integrato a vari framework Javascript come NodeJS.

Il suo built-in debugger permette di avere a colpo d'occhio una valutazione della qualità del proprio codice senza la necessità di interrompere il lavoro per cambiare finestra o programma.

2 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Al posto di Brackets dovevi menzionare Light Table http://lighttable.com/

Daniele
Daniele

manca notepad++ uno dei migliori ide

giuseppe
giuseppe