L'organizzazione in componenti si traduce automaticamente in diversi vantaggi per la produttività del coding, a cominciare dalla possibilità di adottare elementi riutilizzabili limitando la necessità di ripetere quanto già fatto in precedenza per ottenere risultati simili. Reactant offre inoltre l'opportunità di testare le singole parti di un progetto in modo indipendente l'una dall'altra, per poi integrarle in una sola applicazione.

Reactant

Dal punto di vista della sicurezza va sottolineato che la libreria sfrutta un approccio basato sui "point of mutation". Per ciascun componente si ha infatti un unico mutation point associato alla proprietà componentState, ogni volta che quest'ultima viene coinvolta da una modifica Reactant invoca automaticamente il metodo update() sul componente interessato e permette ad esso di adattarsi allo stato determinato dal cambiamento effettuato. Un'impostazione che riduce nettamente la possibilità di generare bug e malfunzionamenti.

Reactant è installabile tramite uno dei più diffusi package manager per Swift e Objective-C, CocoaPods, e presenta alcuni requisiti minimi che dovrebbero comunque essere già disponibili nell'ambiente di sviluppo di qualsiasi sviluppatore per i device di Cupertino: iOS in versione 9.0 o superiore, Xcode 8.0 o release successiva e Swift 3.0 o eventuale rilascio più recente. Esiste una versione sperimentale della libreria con supporto per macOS, ma trattandosi di un progetto ancora incompleto se ne sconsiglia l'uso in ambito di produzione.

swift

Il core di Reactant è stato concepito per suddividere le applicazioni in Model, View, Controller, Wireframe e Service, il framework della libreria si occupa poi di fornire delle astrazione per lavorare su ognuna di queste parti. Reactant UI è invece un'estensione ancora in fase di anteprima che consente di dichiarare view e layout tramite XML, ogni dichiarazione viene poi precompilata in Swift per escludere overhead; uno dei vantaggi derivanti dall'impiego di questo add-on sta nel supporto per i Live Reload che consentono di accedere agli effetti delle modifiche effettuate direttamente dal simulatore.

Via Reactant

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *