AI per tutti

Guardando al futuro, Microsoft propone un approccio basato sul passaggio dal Cloud a Edge, una strategia che consente di trovare opportunità e insight in un mondo costantemente sovraccarico di dati: l'idea è quindi quella di inaugurare un'era in cui l'AI sia a disposizione di tutti grazie al supporto di nuove piattaforme come:

  • Azure IoT Edge, una tecnologia che estende l'AI del Cloud ai dispositivi Edge;
  • le estensioni di Microsoft Graph che combinano gli insight del mondo del lavoro con quelli dei device e le informazioni del mondo fisico;
  • una tecnologia che, incrementando la produttività, permette di effettuare ricerche nei contesti reali esattamente come avviene nel digitale e contribuisce alla sicurezza dei dati.

Big Data, interoperabilità, container

Particolarmente interessante il progetto Azure Cosmos DB, creato da zero per potenziare servizi Cloud e applicazioni data-intensive (IoT, AI, dispositivi mobili..) con prestazioni inedite, tolleranza ai guasti e supporto per qualsiasi tipo di dato, Graph incluso; Azure Cosmos DB è un servizio schema-free che supporta le opzioni NoSQL e offre l'autoindicizzazione dei i dati, parliamo del primo servizio di banca dati multimodale a distribuzione globale in grado di fornire scalabilità orizzontale con uptime garantito e latenza di 1 millisecondo al 99%.

Nel corso della Build 2017 sono stati presentati anche:

  • nuovi servizi gestiti tramite i DBMS MySQL e PostgreSQL che, associati ad Azure SQL, aumentano le opzioni a disposizione degli sviluppatori ora in grado di operare su una piattaforma che offre elevata scalabilità con latenze estremamente ridotte e la possibilità di archiviare e recuperare dati.
  • un'anteprima dei nuovi servizi Microsoft di migrazione dati che permetteranno agli utilizzatori di server Oracle e SQL di trasferire i propri dati più agevolmente modernizzando le applicazioni più rapidamente.
  • Visual Studio 2017 per Mac per la continuità tra ambienti Windows e Mac con un supporto per carichi di lavoro elevati su cellulari, Web e Cloud, e anteprime degli strumenti Docker, delle Funzioni Azure e del supporto Xamarin.IoT.
  • la compatibilità con qualsiasi container, indipendentemente dalla piattaforma, a cui si associano il supporto dei Windows Server Container in Azure Service Fabric, strumenti Visual Studio e il supporto Docker Compose per Service Fabric (in anteprima) con l'impiego di App containerizzate consentendo di offrire applicazioni o servizi mission-critical e scalabili.

Da segnalare anche i miglioramenti del Database Azure SQL con una nuova anteprima privata Managed Instance, novità che offre ai clienti di SQL Server una compatibilità di tipo instance-level e rende più semplice la migrazione di App da SQL Server al Database Azure SQL, a cui si aggiungono il rilevamento delle minacce e l'anteprima del supporto Graph.

Via Build 2017

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *