Come è noto, ReactJS è una JavaScript library utilizzata per lo sviluppo semplificato di interfacce utente basate su componenti riutilizzabili. Attualmente viene sviluppata da Facebook e di recente è stata criticata a causa della sua licenza, la "Facebook License Combo, un ibrido tra la licenza BSD e una licenza proprietaria (o "commerciale"). Fortunatamente per alcuni progetti come WordPress che hanno deciso di farne un ampio utilizzo, a partire dalla versione 16 ReactJS è divenuta una soluzione completamente Open Source.

Tra le ragioni del successo di questa libreria vi è il fatto che essa permette agli sviluppatori di creare Web application complesse che possono gestire grandi quantità di dati ed aggiornarsi in tempo reale, senza la necessità di ricaricare la pagina web. Quindi permettendo di realizzare applicazioni Web con caratteristiche molto simili a quelle delle applicazioni native.

Docker è invece un progetto Open Source che automatizza il deployment di applicazioni all'interno di container software. Docker sfrutta le feature di isolamento delle risorse del kernel Linux per consentire a "container" indipendenti di coesistere sulla stessa istanza di sistema, andando quindi ad evitare l'installazione di una macchina virtuale.

I container hanno praticamente rivoluzionato il settore della virtualizzazione e del deploy delle applicazioni. In ambienti business è ormai molto comune realizzare delle applicazioni "dockerizzate" cosi che possano funzionare sempre e comunque anche su sistemi e piattaforme diverse.

E quindi ovvio che gli sviluppatori debbano tenere in considerazione queste tecnologie e tenersi sempre aggiornati su di esse, cosi da rimanere appetibili per le aziende.

Via Jaxenter

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *