Il live streaming, infatti, aumenta sensibilmente l'engagement dei follower, stimola curiosità verso un prodotto o un servizio, nonché permette di approfittare di un feedback immediato dalla propria utenza. Ma quali sono i consigli da considerare per un'applicazione efficace del sistema?

Non ci si può di certo improvvisare nel realizzare uno streaming social, indipendentemente dalla piattaforma d'utilizzo. Dirette raffazzonate, e poco interessanti, potrebbero avere infatti l'effetto di allontanare la propria utenza di riferimento.

Scegliere un target mirato

Per quanto i live streaming siano accessibili a una pluralità di utenti, l'argomento non deve essere dispersivo, per non alimentare noia oppure, nel caso peggiore, delle inutili polemiche. Fondamentale è quindi scegliere con attenzione il proprio target di riferimento, quello che con più probabilità potrebbe essere interessato ai propri prodotti o servizi.

Ad esempio, un portale online che si rivolge alla tecnologia nel suo complesso, potrebbe decidere di avviare un live streaming dedicato unicamente ai gamer o, ancora, incentrato solo sugli smartphone o i tablet. Mescolare troppi argomenti, oltre a non agevolare la conversazione, non permette di approfittare dell'attenzione di un target specifico. Ancora, utile è ricorrere alle tecniche di storytelling per mantenere sempre alta la concentrazione del pubblico di riferimento, anche ponendo domande specifiche a cui gli utenti potranno rispondere nell'apposita area dei commenti.

Scegliere la piattaforma

Le principali piattaforme di social networking permettono oggi di approfittare di funzioni di live streaming, eppure un servizio non vale l'altro. Bisogna sempre considerare il proprio target di riferimento, ma soprattutto l'utenza tipica di ogni rete sociale.

Ad esempio, Facebook è un social network decisamente generalista e, almeno dalle varie applicazioni sperimentate nel corso del 2017, l'utenza predilige la narrazione, il dietro alle quinte di un evento, la possibilità di interagire con influencer, personaggi televisivi e molto altro. È quindi una piattaforma molto adatta alla conversazione, alla dimostrazione delle funzionalità di un prodotto, mentre poco appetibile per raggiungere le piccole nicchie.

Instagram è invece spesso scelto non solo dagli appassionati di fotografia, ma anche da tutte quelle aziende che hanno a che fare con la moda, il design, l'arredamento e lo stile di vita. Per tutte queste realtà, questa piattaforma è imprescindibile e, non ultimo, sembra essere quella che garantisce maggiori risultati dall'impiego di influencer durante l'interazione in diretta.

Twitter, con Periscope, offre un'utenza abbastanza generalista, così come accade per Facebook, tuttavia permette di approfittare anche di importanti strumenti di analisi, per puntare perfettamente il proprio target. Parlando di Twitter, ovviamente, il consiglio migliore è quello di abbinare al live degli hashtag scelti con cura.

Anticipazioni e aspettativa

Per quanto nel 2017 la modalità principale degli streaming live sia stata spontanea, ovvero senza grandi anticipazioni per l'utenza, nel 2018 i trend sembrano indicare una maggiore standardizzazione. È infatti necessario informare i propri contatti dell'arrivo di un evento in diretta, con diversi giorni d'anticipo, affinché possano organizzarsi per tempo. Ancora, utile è pubblicare dei teaser, siano essi video oppure immagini, per alimentare la curiosità.

La stessa standardizzazione può essere tradotta in una precisa scaletta, da offrire agli utenti sempre con grande anticipo, nonché annunciando l'eventuale partecipazione di personaggi che potrebbero attirare un grande seguito. È necessario rigore anche nell'impiego mobile dello strumento, prediligendo riprese landscape rispetto a quelle portrait, quindi dotandosi di microfoni esterni sia per rendere più comprensibile il discorso che per ridurre eventuali fastidiosi rumori di fondo.

Infine, molto importante è permettere agli utenti di passare all'azione, non solo durante la diretta con interventi nella sezione commenti, ma anche richiedendo qualche giorno prima una lista di domande o di curiosità, da sviscerare nel corso dell'evento stesso.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *