Come Google spiega sulla pagina ufficiale del servizio, i blogger e gli admin dei siti Web possono ora integrare uno script con un pulsante "Contributor" per invitare gli utenti a partecipare al programma; i visitatori interessati avranno quindi la possibilità di scegliere la quantità di denaro ($2, $5 o $10) da inviare mensilmente all’autore per finanziare l’attività di creazione dei contenuti.

Il crowdfunding tramite contributi mensili non è di certo una novità assoluta, soprattutto in considerazione del fatto che una piattaforma come, per esempio, Patreon offre la stessa possibilità di Contributor già dal 2013; diversamente da Patreon, però, il servizio di Mountain View permette ai visitatori di un sito Internet di acquistare lo slot di un ad che andrebbe mostrato sul sito.

Più gli utenti contribuiscono con le loro donazioni mensili, spiega Google, meno saranno i banner pubblicitari presentati senza per questo danneggiare economicamente il sito. Contributor sarà almeno per il momento un servizio destinato a funzionare soltanto per i siti Web presenti all’interno del network di Google.

Via | Contributor

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *