Il motivo di tale scelta, come detto, non è tanto una questione di filosofia o altro, ma di semplici requisiti: GNOME è divenuto troppo pesante per i media di installazione. Riferendoci al messaggio di commit infatti, possiamo leggere:

Modificato il desktop di default a XFCE

Questo ci assicura che il desktop entrerà nel CD#1, nel quale GNOME attualmente non riesce ad essere inserito. Potrebbero esserci altre ragioni per preferire XFCE, ma è un argomento complesso e soggettivo. Sfortunatamente, Debian non ha una procedura ben definita per effettuare certe scelte, mentre certamente ci sono procedure ben definite per rivederle. Quindi, ho deciso di osare, e continuare la tradizione di prendere una decisione arbitraria per il desktop e tasksel in Debian.

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *