Sostanzialmente, l'idea di GlobalSign dovrebbe essere quella di fornire tali certificati attraverso una formula "free" ponendo un'unica condizione: essi potranno essere utilizzati senza limiti di tempo fino a quando verranno rispettate le regole previste per il loro impiego; tali regole dovrebbero riguardare in sostanza le caratteristiche del progetto per il quale i certificati verranno richiesti.

I requisiti previsti impongono che tale progetto sia a sua volta rilasciato sotto una licenza approvata dalla Open Source Initiative; esso non dovrà essere parte di un ulteriore progetto utilizzato per finalità commerciali e, elemento non secondario, dovrà essere mantenuto attivamente dai suoi sviluppatori che avranno l'obbligo di accettare le clausole indicate nell'accordo per la sottoscrizione del servizio.

Per garantire l'utilizzo adeguato dei propri certificati GlobalSign avrebbe inoltre previsto che il progetto di riferimento debba essere implementato tenendo conto delle buone pratiche per la configurazione del protocollo SSL, motivo per il quale sarà necessario conseguire una valutazione almeno pari ad "A" in seguito alle verifiche effettuate tramite l'apposito SSL Checker.

Attraverso questa iniziativa, GlobalSign dichiara di non voler soltanto incoraggiare una maggiore diffusione per quanto riguarda l'utilizzo di SSL, ma anche di promuovere un impiego di tale protocollo nel rispetto degli standard qualitativi attualmente previsti a livello industriale.

Via GlobalSign

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *