Nano Server è stato progettato per necessitare di un numero limitato di aggiornamenti e patch, per assicurare riavvii più veloci rispetto al passato, per un utilizzo più razionale delle risorse disponibili e per garantire maggiore sicurezza; costruito tenendo conto dell'esperienza maturata da Microsoft nell'implementazione di tecnologie per il Cloud, Nano Server dovrebbe rivelarsi un'alternativa valida per due specifici ambiti di utilizzo.

Il primo è quello relativo alle applicazioni Born-in-the-Cloud tramite il supporto a runtime di vari linguaggi e framework per la programmazione e lo sviluppo, come per esempio C#, Java, Node.js e Python, che per i loro funzionamento richiedono containers, macchine virtuali o server fisici. Il secondo ambito di riferimento riguarda l'infrastruttura Cloud Platform della stessa casa madre, con il supporto di cluster per l'elaborazione su running Hyper-V e cluster per lo storage su Scale-out File Server.

Tra gli altri vantaggi derivanti dall'impiego di Nano Server vi dovrebbero essere anche la possibilità di installare soltanto i componenti desiderati, una percentuale di reboot inferiore di 80 punti rispetto a Windows Server e una riduzione nella dimensione dei file VHD (Virtual Hard Disk) e nella produzione di bollettini associati a criticità di oltre 90 punti.

Per rendere tale soluzione più performante sarebbe stata effettuata una rilevante opera di "alleggerimento" che avrebbe portato alla rimozione dello stack GUI, del supporto alle architetture a 32 bit, di MSI e di vari componenti predefiniti del core di Windows Server; Nano Server non presenta funzionalità per l'autenticazione locale né alcun supporto per Remote Desktop, tutte le operazioni per la gestione dovranno essere effettuate attraverso WMI (Windows Management Instrumentation) e PowerShell.

Disponibile anche il supporto completo per Visual Studio incluse le funzionalità per il remote debugging.

Via Windows Server Blog

CommentaDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *