Apple vs Adobe, bannate le future applicazioni Flash

venerdì 9 aprile 2010 - 14:08

di Davide Beltrame

Fate anche voi parte della schiera degli sviluppatori che attendono con ansia il 12 aprile, giorno dell’annuncio della Creative Suite 5, per conoscere maggiori dettagli sulla possibilità  di creare applicazioni per iPhone e iPad con Flash CS5 ?
Smorzate pure gli entusiasmi allora: Apple ha praticamente dichiarato guerra ad Adobe su questo fronte, modificando l’accordo di licenza per gli sviluppatori iPhone, anticipando di fatto che nessuna applicazione creata con Flash CS5 e convertita con l’apposito packager sarà  accettata nell’AppStore.

Il punto 3.3.1 del nuovo accordo per gli sviluppatori recita infatti: “Le applicazioni possono soltanto utilizzare API documentate nei modi prescritti da Apple e non possono usare o richiamare API private. Le applicazioni devono essere originariamente scritte in Objective-C, C, C++, o JavaScript ed eseguite da motore iPhone OS WebKit, e solo il codice scritto in C, C++ e Objective-C può compilare e linkare direttamente una API (ad esempio una applicazione che linka una API tramite transizione intermedia o compatibility layer è proibita)”.
In poche parole, non è accettata nessuna applicazione per iPhone o per iPad originata da una conversione (come sarebbero appunto quelle di Flash CS5).

La limitazione è relativa anche a molti altri linguaggi (vedasi .NET), ma in un momento in cui l’annuncio di Flash CS5 è molto vicino e la novità  che ha destato più interesse è stato il packager che permetterà  di convertire le applicazioni da Flash a IPhone, appare piuttosto chiaro come questa novità  di Apple sia una decisione rivolta principalmente contro il packager made in Adobe.

Viene spontaneo chiedersi il perché.
In passato Apple motivò la scelta di non supportare Flash su iPhone (e poi su iPad) con la volontà  di evitare “software di terzi” in esecuzione sulla periferica per evitare problemi di stabilità , inoltre specialmente per il primo iPhone si parlò anche del fatto che i filmati Flash avrebbero diminuito la durata della batteria e usato troppe risorse.

Ora però che la maggior parte dei nuovi cellulari supporterà  i contenuti Flash (senza che per questo le batterie si scarichino in 5 minuti) e che Adobe aveva trovato il modo di dare agli utenti di Flash la possibilità  di sviluppare per le periferiche della casa di Cupertino, ecco questo nuovo blocco.

Appare ipotizzabile che lo scopo di questa imposizione di Apple non sia tanto la stabilità  delle periferiche (le applicazioni sarebbero comunque passate per l’AppStore, quindi sotto il controllo Apple) quanto ottenere e mantenere un certo monopolio per quanto riguarda gli strumenti di sviluppo per le sue periferiche.

Vedremo quale sarà  la reazione di Adobe, che sicuramente dopo aver investito tempo e risorse per creare il packager per Flash CS5 non gradirà  questa mossa “a sorpresa” da parte di Apple, così come non la gradiranno sicuramente quegli sviluppatori Flash che già  vedevano la possibilità  di utilizzare le loro conoscenze di Actionscript per spingersi in ambito iPhone/iPad.

Tags:, , , , ,

Categoria: Adobe World | Commenta

Commenti per Apple vs Adobe, bannate le future applicazioni Flash

speriamo che Jobs riesca in tempi brevi ad eliminare Flash dalla faccia del web

mi venivano i brividi a pensare alla spazzatura realizzata in flash in arrivo sull’appstore

rimango ora curioso di vedere come adobe si comporterà  lunedì alla presentazione della creative flash suite cs5… hanno passato due anni a lavorare quasi esclusivamente sul packager per flash, eliminando lo sviluppo di tutti gli altri prodotti della suite, in particolare di dreamweaver (basta vedere cosa hanno fatto con i prodotti della Interaktonline), quest’ultimo unico strumento che poteva realmente giovarsi dal recente boom di richieste in termini HTML5/CSS3.

chissà  che Jobs non si decida a lanciare una suite per i grafici e sviluppatori web…

la fine di Adobe é comunque vicina… chi comprerà  mai una suite priva di novità  sostanziali?

# - Postato da Michele 9 aprile 2010 alle 14:38

Mi sembra un pò presto per marchiare come spazzataura qualcosa che ancora non conosciamo, e che probabilmente non vedremo mai.

Non é presto invece per dire che questo, come il caso “Google Voice”, é l’ennesima dimostrazione della chiusura e del livello di controllo che Apple vuole e pretende sulle sue piattaforme.

La mia opinione é che sia un chiaro esempio di concorrenza sleale, soprattutto se si considera che il packager per iPhone OS non era un segreto per nessuno.

Questo é anche il motivo che mi tiene ben lontano da iPad e iPhone.

# - Postato da giuseppe 9 aprile 2010 alle 16:16

Povero Steve Jobs, stavolta se l’é fatta veramente addosso! :-)))

# - Postato da Pino 9 aprile 2010 alle 17:48

mi sa Pino che questa volta é l’Adobe chi gli é venuto un colpo… lunedì di cosa parlano?

# - Postato da Michele 9 aprile 2010 alle 18:05

@Michele: di tutto il resto direi, di tutte le novità  di Photoshop CS5 che con ha nuove opzioni impressionanti, del nuovo motore di Premiere che specialmente con le Nvidia Quadro ha una velocità  notevole, di After Effects a 64bit e dei conseguenti miglioramenti di velocità , di Flash Catalyst CS5 che sarà  rilasciato e incluso nella suite…e ovviamente potranno benissimo parlare del packager per Iphone, perché non é detto che la posizione di Apple non possa (o debba) cambiare, ma con buona pace di Jobs di argomenti ne avranno a prescindere dal packager.

# - Postato da Davide 9 aprile 2010 alle 18:14

Il modello di business della apple mi fa sempre più schifo…

# - Postato da gianiaz 9 aprile 2010 alle 18:18

@Michele:

mah, Michele, io (fossi Adobe) comincerei dicendo che “qualcuno” ci teme (e non credo che si vada molto lontano dalla realtà  dei fatti).

Detto questo, non credo che le novità  di Flash si riducano al noto packager. Inoltre, considera che a volte devi essere anche molto addentro al prodotto per poterne capire novità  e potenzialità : con dieci anni di esperienza, se tu fossi stato uno sviluppatore Flash di qualche rilievo lo avrei saputo.

Poi, Michele, per non sapere di cosa parlare, alla presentazione dell’iPad, con l’aiuto della grafica, pare abbiano mostrato foto ritoccate in modo da indurre a credere che il Flash Player fosse supportato…

# - Postato da Pino 9 aprile 2010 alle 19:00

mi fermo qui perché Pino Flash é arrivato… come sempre hai ragione tu su tutti i fronti, sei il numero uno, steve jobs é uno squilibrato, alla apple non sanno usare flash, ecc. ecc.

ricordati comunque che queste aziende si reggono sul valore in borsa delle loro azioni e la presa di posizione della apple rischia di creare grossi problemi alla prossima trimestrale dell’adobe…

# - Postato da Michele 9 aprile 2010 alle 20:05

E’ da vedere anche se Apple non avrà  ripercussioni, dato il disappunto che creerà  negli sviluppatori Flash, che non sono propriamente 4 gatti.

# - Postato da Davide 9 aprile 2010 alle 20:21

sulla Apple ovviamente non vi sarà  alcuna ripercussione, hanno appena superato i cinquanta milioni di iPhone venduti senza flash player e non mi sembra che vi sia alcuna tendenza ad una diminuzione nel trend delle vendite…

http://www.businessweek.com/news/2010-04-09/adobe-highlights-risk-of-apple-s-flash-exclusion-update1-.html

la parte interessante é verso la fine:
Adobe, based in San Jose, California, rose 21 cents to $35.15 at 11:59 a.m. New York time in Nasdaq Stock Market trading. The shares had fallen 5 percent this year before today. Apple advanced $1.10 to $241.05.

# - Postato da Michele 9 aprile 2010 alle 20:31

@Michele:

sei entrato nella discussione dicendo che nessuno avrebbe acquistato la CS5 perché senza il packager sarebbero mancate le novità : già  questa mi pare una affermazione quanto meno fuori luogo, dal momento che tu non hai la più pallida idea di cosa ci sia di nuovo tra tutti i prodotti che saranno presentati. Oltretutto, se il tuo bizzarro ragionamento fosse applicato a tutto, allora nessuno avrebbe dovuto comprare l’iPad!

Io non ho detto di essere nulla di quello che mi attribuisci: non ho detto che Steve Jobs é uno squilibrato (ho detto che se l’é fatta addosso perché Flash sarebbe stata una minaccia per il suo business), non ho detto che ho sempre ragione (si sta facendo una discussione), non ho detto che sono il numero uno (mentre Steve Jobs dice che l’iPad é magico) e non ho detto che alla Apple non sanno usare Flash, ma semmai che tu non sai di cosa parli (di qui il solito miope accenno all’HTML5, che oramai provoca sbadigli).

A me della borsa non importa nulla: io faccio lo sviluppatore, non l’agente di borsa. Inoltre, non lavoro PER Adobe ma CON i prodotti Adobe (e non solo grazie ad essi). Se la Apple, poi, sta in questo modo sul mercato, forse Adobe dovrebbe chiedere l’intervento di una qualche Consob USA, se questa esiste. Aggiungo che a me sviluppare per iPhone non interessa nella maniera più assoluta (in C a oggetti meno che mai): però, se questa stessa cosa l’avesse fatta anni fa Bill Gates avremmo fatto un casino per un mese.

A confronto Bill Gates é un’educanda.

# - Postato da Pino 9 aprile 2010 alle 20:51

La verità  é tutta racchiusa in questo articolo:
http://9to5mac.com/Adobe-Flash-HTML5-34095370#comments

Adobe ha dormito in questi anni investendo solo su Flash e dimenticandosi di dreamwever.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso é stato quando qualche mese fa é venuta alla luce l’intenzione da parte di Adobe di sabotare presso il W3C lo sviluppo di HTML5

# - Postato da Antonio 9 aprile 2010 alle 21:32

Dopo quello che hanno fatto nel 2006 con l’acquisto della Interakt auguro all’Adobe una bancarotta flash…

# - Postato da Gianni 9 aprile 2010 alle 21:36

@Antonio:

che io sappia, Adobe non ha sabotato alcunché (non so chi vi passa queste informazioni, ma sicuramente non qualcuno benintenzionato). Detto questo, perché la Apple non realizza un editor come DreamWeaver? Perché forse non é molto remunerativo? Perché le piace dire agli altri che non rispettano gli standard? E da quando in qua la Apple (un mondo proprietario che si prende bei “passaggi” dal mondo open source, vendendo però le sue cose a prezzi strasferici) si occuperebbe di standard? La contrapposizione tra HTML5 (un draft…) e Flash é del tutto inventata: lo capirebbe anche un bambino di tre anni che sono due cose diverse, ma invece qui -persone che si ritengono “professionisti” di qualcosa- si bevono come dei pivelli qualunque l’equivalente di una lotta tra biciclette e lavatrici, come se la cosa avesse un senso.

Amici del mondo Apple, quando diventerete un po’ critici e meno ultras?

# - Postato da Pino 9 aprile 2010 alle 21:43

“Amici del mondo Apple, quando diventerete un po’ critici e meno ultras?”
Hai detto tutto ;-)

# - Postato da Cristiano 9 aprile 2010 alle 22:19

@Michele:
A me vengono i brividi piuttosto pensando alla spazzatura creata con HTML5+CSS3+Javascript.
Innanzitutto HTML non é per niente adatto come linguaggio per creare applicazioni, é infatti un “linguaggio di marcatura per ipertesti”.
Javascript é invece un linguaggio di scripting, viene interpretato, é debolmente tipizzato, e debolmente orientato agli oggetti (leggi la pagina su javascript di Wikipedia), ha infatti un penoso meccanismo di eredità .
Al contrario ActionScript (il linguaggio di scripting usato da flash), basato parzialmente sulla bozza di EcmaScript 4, é precompilato (risparmia quindi moltissime risorse in meno del javascript), basato su classi (permettendo un meccanismo di eredità  migliore della catena di prototipi) e fornice un controllo di tipo sia alla compilazione che durante l’esecuzione.

# - Postato da Carlo 9 aprile 2010 alle 22:37

http://www.appleinsider.com/articles/10/02/14/adobe_working_to_sabotage_html5.html

Pino mi sembri abbastanza ingenuo per pensare che un dipendente della Adobe non possa che smentire tale voce.

L’html 5 é già  presente sul web e molti browser lo supportano già ; il fatto che sia un draft non vuol dire una beata pippa, i draft del W3C corrispondono a delle release candidate di macosx

Il web senza flash é un mondo migliore, html 5-6-7-89 che sià 

# - Postato da Antonio 9 aprile 2010 alle 22:40

@Michele: sì, Apple ha superato i 50 milioni di iPhone venduti. Il Flash player 9/10 é installato sul 99% dei computer connessi al web e i maggiori competitor mobile di Apple (Nokia, Motorola, Palm, etc.) supporteranno Flash.
L’Iphone ora fa molto figo, tra un po’ magari farà  figo poter giocare a Farmville (o affine) sul cellulare, e aver chiuso la porta in faccia a Flash potrebbe non rivelarsi una così grande idea, é palese che Apple sta solo tentando di portare più sviluppatori sulla sua piattaforma impedendo di usare conoscenze che magari hanno già  (infatti non é che il discorso delle applicazioni convertite “bannate” blocchi solo Flash, anche se é probabilmente il concorrente più pericoloso).

@Antonio: quindi tu non hai mai giocato a nulla, non hai mai guardato un video sul web, non hai mai usato una RIA, etc ?
Possiamo parlare finché si vuole di HTML5, CSS3 e affini (come se non sapessimo che ci sono problemi coi browser ancora con linguaggi presenti ormai da anni), OGGI youtube e facebook (tanto per citare due piccoli esempi) senza Flash non sarebbero quello che sono.

# - Postato da Davide 9 aprile 2010 alle 22:54

Per Adobe si prospetta un weekend molto lungo

http://theflashblog.com/?p=1888

Mi vengono i brividi a pensare agli azionisti Adobe, lunedì si prospetta un vero black-monday….. si salvi chi può….. sulla rete si parla già  di un possibile rinvio nella presentazione della suite cs5

# - Postato da Luca 9 aprile 2010 alle 22:55

@Davide

effettivamente odio i giochi, lavoro e il tempo libero lo dedico ad altro ed é per questo che sono un felice cliente Apple

# - Postato da Antonio 9 aprile 2010 alle 22:59

@Antonio, quanto ti linkano un video su Youtube cosa fai ? Rifiuti di aprirlo e re lo fai raccontare via sms sull’iphone ?

# - Postato da Davide 9 aprile 2010 alle 23:08

youtube supporta HTML5

al momento comunque sta vincendo adobe:
http://www.googlefight.com/index.php?lang=en_GB&word1=Adobe&word2=Apple

# - Postato da Luigi 9 aprile 2010 alle 23:22

http://www.youtube.com/html5

# - Postato da Luigi 9 aprile 2010 alle 23:23

@Luigi: lo so che Youtube ha il supporto per HTML5, ma non é l’opzione principale. Certo non dubito che Antonio o te piuttosto che usare Flash l’abbiate già  attivata e non abbiate mai aperto Youtube finché HTML5 non é stato disponibile per non essere contagiati dal male :D, ma non credo che la maggioranza degli utenti usi la versione HTML5.
Sarà  poi anche da vedere il discorso codec, Flash é sempre stato abbastanza all’avanguardia su questo (anche se non usando codec prodotti direttamente da Adobe o da Macromedia).

Il discorso secondo me é piuttosto semplice: come Flash ha portato l’ampia diffusione dei video sul web ben prima di HTML5 (é da Flash Mx che permette di creare file FLV, e parliamo di 8 anni fa buoni), potrà  benissimo portare altre innovazioni, non solo per quanto può fare Adobe ma anche per quanto fanno gli utenti (Papervision, tanto per dirne una, mi pare un esempio notevole) che gli garantiranno ampio utilizzo in determinati settori.
Il fatto che adesso alcune cose di Flash siano replicabili (e ripeto, alcune) non comporta che Flash morirà , a prescindere da HTML 5 e con buona pace dei Jobs vari il cui scopo non é certo quello di salvaguardare i suoi utenti, perché non credo che in Objective C sia impossibile produrre spazzatura…

E’ proprio dai tempi di Flash MX, per non dire forse da Flash 5, che si legge “flash é finito”, “flash morirà ”.
Prima doveva essere Javascript a uccidere Flash.
Poi doveva essere LiveMotion.
Poi doveva essere Silverlight.
Il risultato é che Flash sta ancora qua, vorrà  dire che forse non é poi così obsoleto e dannoso? ;)

Si può essere d’accordo che Adobe finora non abbia portato innovazioni in Flash del livello di quanto ha fatto Macromedia, del resto il loro prodotto di punta é sempre stato Photoshop (e infatti anche in CS5 le novità  sono notevoli), ma prima di vendere la pelle dell’orso per questo annuncio di Apple sarebbe meglio aspettare di essere sicuri di averlo ucciso.

# - Postato da Davide 9 aprile 2010 alle 23:37

E se… Adobe boicottasse Apple? Niente più Flash, ma nemmeno Photoshop, Indesign, Premiere… toh, nemmeno Acrobat! Cosa lo compri a fare il Mac per fare i siti con iWeb? (H)iJobs sei proprio partito… di testa. Spero che sia la volta buona per per vedere la suite Adobe su Linux.

# - Postato da Luca 10 aprile 2010 alle 00:13

@Antonio:

io sarei “ingenuo” e tu posti articoli presi da una risorsa chiamata “appleinsider” che con un nome del genere dovrebbe apparirmi in maniera lampante come una fonte imparziale?

Non capisco quale sarebbe il problema: HTML5 a me non fa nessuna impressione in particolare, né che sia un draft, né che non lo sia. Inoltre, non vedo cosa c’entrino Apple e HTML5: forse l’iPad con HTML5 ci mette più tempo a surriscaldarsi e consuma meno batteria? Con HTML gli funziona meglio il wireless? Lo schermo é leggibile anche al sole?

Il web senza Flash é un web con un plugin in meno ed un linguaggio di programmazione in meno, sicuramente meno interattivo, con meno applicazioni e meno giochi: un web primordiale fatto di semplici documenti. Se vuoi, al fine di supportare il tuo Mein Kampf, possiamo anche ritornare all’alfabeto Morse o ad un sistema fatto di bicchieri di plastica uniti da un filo.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 07:53

@Antonio:

ho preso il coraggio a due mani e ho letto l’articolo di Apple insider che mi hai postato. Amico, ti prego, la tesi dell’articolo é che alla Adobe avrebbero paura del canvas: é come dire che Bolt ha paura di correre i 100 metri contro di me! :-)))

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 08:07

@Luca:

immagino che Adobe voglia trovarsi ovunque e non lasciare spazi a nessun altro (a patto che questo altro sia in grado di competere su questo terreno). Certo, sicuramente sarebbe un colpo (basso) non indifferente.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 08:12

Da quando ho iniziato a lavorare nel web, ho visto sempre grafici che non potevano fare a meno di usare le suite Adobe in accoppiata con computer Apple (a dire il vero non ne ho mai capito il senso, forse più per motivi psicologici)… mi chiedo come faranno adesso.

# - Postato da Andy 10 aprile 2010 alle 11:24

Sinceramente pensavo che poter sviluppare le applicazione con Flash fosse un ottima cosa. Non integrare il Flash Player e non dare la possibilità  ad altre persone di sviluppare con il linguaggio As3 sia una bella Cavolata.

Io sono utente Apple da molti anni, e sono uno sviluppatore Flash, questa restrizione sinceramente mi ha deluso un pò.

Non capisco questa ostinazione a lasciar fuori flash.

Posso capire che probabilemente ci sarebbero state molte applicazioni banali (anche con l attuale linguaggio ci sono delle applicazioni super inutili), però la mancanza del flash player é una vera pecca.L unica cosa che mi fa pensare alla mancanza del flash player é che la batteria dei telefoni e dell ipad durerebbe 1/4

# - Postato da Barno 10 aprile 2010 alle 12:18

@ Davide

secondo me non é solo Photoshop il prodotto di punta di Flash. Flash Builder e Flash Catalyst, sono programmi che sto cominciando a conoscere, e che secondo me avranno un notevole margini di crescita.. per non parlare poi di illustrator, non mi sembra l ultima ruota del Carro

# - Postato da Barno 10 aprile 2010 alle 12:21

@Barno: Phothoshop é sempre stato il prodotto di punta di Adobe, tant’é che quando provarono a creare un concorrente di Flash (LiveMotion) fallirono miseramente e sparì dopo due versioni. Vedendo che non riuscivano a creare un concorrente valido han risolto comprandosi Flash e tutta Macromedia :D, ma Adobe punta comunque principalmente su Photoshop e lo si può notare dalle novità  introdotte nelle ultime due versioni, Photoshop ha fatto molti più passi avanti di Flash.
Questo ovviamente non vuol dire che trascurino gli altri prodotti, ma con Flash hanno già  fatto diversi “danni” (la prima versione rilasciata di Flash CS4 era una ciofeca instabile e han risolto solo con l’upgrade 10.2, la beta di CS5 l’hanno cancellata dopo averla annunciata, etc).
Flash Builder é alla versione 4 e ha quindi una certa “maturità ” (ed é sempre stato quello su cui ha puntato di più Macromedia infatti ne rilasciano regolarmente delle beta nei labs e lo hanno un po’ delegato ad editor per Flash), Catalyst é molto interessante ma anche con questo prodotto a livello di notizie e presentazioni han fatto un po’ di caos in qualche caso.
Flash é sicuramente un prodotto su cui spingono (e vorrei vedere, data la sua utenza) ma con cui ora dopo i problemi con CS4 stanno andando forse più coi piedi di piombo, ed é giusto dire che le novità  (almeno quelle conosciute finora) non sono moltissime, certo da qui a vederlo sparire ce ne passa ancora molto :D

# - Postato da Davide 10 aprile 2010 alle 12:41

certo che all’Adobe devono aver preso un colpo se addirittura il CEO é costretto ad anticipare tre giorni prima la maggior parte delle novità  di lunedì:
http://blogs.adobe.com/conversations/2010/04/cs5_countdown_is_on.html

Penso proprio che l’azione della Apple sia stata proprio quella di attaccare l’Adobe dal punto di vista finanziario, e lunedì penso sarà  una brutta giornata per gli azionisti di photoshop.

Adobe comunque si merita questo trattamento, ha dormito per anni sul monopolio creato dopo l’acquisizione di Macromedia, abbandonando completamente lo sviluppo di dreamweaver che avrebbe potuto essere il vero cavallo di battaglia in questo periodo di HTML5 e CSS3.

Poi per chi é stato come me un cliente Interakt, mi fa solo che piacere vedere Adobe in difficoltà .

# - Postato da Gino 10 aprile 2010 alle 13:15

@Gino:

Nel tempo in cui Adobe avrebbe “dormito” dimenticandosi di DW, Apple, invece di realizzare un tool per fare questo HTML5 e CSS3 (e guarda che da developer sto ridendo al solo pensiero), si é messa a blaterare di standard, come se ne avesse mai capito qualcosa.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 13:38

@Gino: cioé secondo te quel minuscolo post sul blog anticiperebbe la maggior parte delle novità  di lunedì ? LOL :DDD

# - Postato da Davide 10 aprile 2010 alle 14:04

@Davide

mi sa di si, tirato via il packager non rimane molto da presentare (photoshop forse é l’unico sw con qualche novità  di rilievo)

# - Postato da Gino 10 aprile 2010 alle 14:25

comunque é curioso pensare che un decennio fa la stessa Adobe tentò di eliminare flash con il formato SVG…

# - Postato da Antonio 10 aprile 2010 alle 14:36

@Gino
Dunque:
Flash Catalyst CS5 (software completamente nuovo)
Flash CS5: supporto per touch screen, multitouch, Flash Player 10.1 per cellulari (supportato da Nokia, Palm, Google, etc), text laoyut framework, integrazione con Flash Builder come editor
After Effects a 64 bit
Premiere con il motore di rending Mercury
Photoshop CS5 con l’integrazione dell’algoritmo content aware negli strumenti cerotto, riempimento & altri

Solo per citare alcune delle novità  di cui si é un po’ parlato. Questo oltre alle feature di cui si parla nel post che hai linkato ;)

Mi pare un po’ surreale pensare che Adobe sia “in crisi” per la CS5 a causa della mossa di Apple. Certo, non saranno contenti (così come non lo saranno tutti gli svilupaptori interessati a Flash CS5 o a Unity3D), ma l’Iphone/Ipad erano solo una parte del “target” di Adobe, che certo non rimarrà  bloccata sul mobile visti gli accordi che già  ha con Nokia e altri tra i principali produttori di periferiche per questo settore.

# - Postato da Davide 10 aprile 2010 alle 14:50

@Antonio:

hai colto una cosa interessante: dimmi tu, tra tutti i designer che oggi (stra)parlano di “standard”, se hanno mai pensato di lavorare (seriamente) con SVG.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 15:02

Jobs ha fatto una scelta e vedremo chi la spunta… ma voglio aggiungere una cosa, che forse e’ OT, e cioe’ che flash su win gira meglio perche’ la piattaforma ha avuto meno cambiamenti negli ultimi anni, quasi nessuno in realta’, mentre su Mac prima un nuovo sistema operativo, sicuramente migliore, che per strada ha cambiato il motore, cocoa carbon ecc, varie volte fino al cambio processore, da power pc ad intel, e quindi ha costretto a riscrivere le applicazioni ad Adobe, e tanti altri sviluppatori, e solo da un paio di mesi e’ diventato a 64bit, sfido qualunque azienda a stare dietro a tutti questi cambi e far si che un player sia ottimizzato ed efficiente!

# - Postato da Noc77 10 aprile 2010 alle 15:18

@paolo

Ciao paolo volevo risponderti sulle cose dette su javascrpt:

1 – Javascript non ha un penoso meccanismo di eredità . Il modello a oggetti di javascript é basato su quello prototipale di Self (un dialetto del linguaggio smalltalk, che utilizza un modello prototipale invece che di classe.).

Con la prototipazione un oggetto diventa creatore di altri oggetti attraverso un processo di clonazione e di delegazione degli attributi dell’oggetto. La differenza tra classe e oggetto viene a mancare. Un oggetto diventa creatore.

In questo link trovi una bella spiegazione del motivo per cui é nato Self in risposta all’uso delle classi.

http://selflanguage.org/_static/tutorial/Tutorial/Language/Prototypes/Prototypes.html

# - Postato da sasuke 10 aprile 2010 alle 15:59

@Noc77:

Ti segnalo anche questo.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 16:11

rimane il fatto che con il lancio di iPad mezzo milione di persone il weekend scorso si sono accorte che si può navigare sul web senza il flash player… anzi, dalle recensioni sembra che proprio la navigazione sul web rappresenta il punto di forza del nuovo dispositivo

la Apple ha dimostrato negli ultimi anni di capire meglio, rispetto agli altri competitor, le reali esigenze del mercato (in parole povere, cosa vuole/necessita l’utente finale)

Adobe ha abbandonato lo sviluppo dell’unico prodotto che in questo momento poteva fare la differenza, cioé dreamweaver e adesso paga le conseguenze.

# - Postato da Antonio 10 aprile 2010 alle 18:53

@Antonio:

mah, per me non si sono ancora accorti di niente, così come quando comprarono questo modello dell’iPhone. Della differenza, eventualmente, se ne accorgeranno appena un competitor tirerà  fuori uno strumento più APERTO che farà  quello che avrebbe dovuto fare questo.

Non credo nemmeno che la navigazione su web rappresenti un punto di forza, anche considerati i problemi che si stanno riscontrando con il wireless.

Per me la Apple ha solo capito che per sopravvivere deve creare dei fenomeni e venderli.

Non capisco tutto questa enfasi su DreamWeaver e ancora meno quella su HTML5.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 19:14

Pino immagino tu non abbia mai usato un prodotto della Apple o mi sbaglio?

# - Postato da Antonio 10 aprile 2010 alle 19:26

@Antonio:

Immagini male: anni fa ho avuto un G4. E’ stata una cosa temporanea (sei o sette mesi), poi sono tornato prevalentemente a Windows (doppio accesso Windows/Linux).

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 19:41

ok Pino se hai usato un g4 nella notte dei tempi (per ben 7 mesi) sei sicuramente afferrato anche sulla Apple, quindi hai ragione su tutto… lunedì grande giornata per te é in arrivo flash cs5, nuovi tools per stupire i tuoi clienti… ricordati però di avvisarli che su iPhone e iPad non funzionano e su mac os é necessario una borsa del ghiaccio da applicare sulla ventola di raffreddamento…

# - Postato da Antonio 10 aprile 2010 alle 19:49

@Antonio:

io non ho (da tempo) clienti personali: in tutti i casi, la mia azienda non ha clienti che usano gli Apple, né sviluppiamo per iPhone (e men che meno iPad). Per quanto riguarda l’ultima affermazione, leggi quanto dice noc77 nel suo post (io, fossi stato qualcuno che conta in Adobe, non avrei più sviluppato il Flash Player per gli Apple. Capisco, però, che una parte, non saprei dire quanto rilevante, del mercato di Adobe é rappresentata da grafici che lavorano con i Mac).

Faccio presente che io cerco di discutere a partire da quella che é la mia esperienza, cercando di apportare dei contenuti. Sempre più spesso, però, mi trovo davanti persone che, non so bene per quale motivo, rispondono ai contenuti con la propaganda. A me la propaganda non interessa, altrimenti farei il politico o il venditore di batterie di pentole in una televisione locale.

# - Postato da Pino 10 aprile 2010 alle 20:18

Ma Apple non era quella del “Think Different”? Ed ora tutto d’un tratto diventa paladina degli standard? Un momento… qual’é la percentuale di browser con Flash Player installato? Siamo ben oltre il 90%. Se non é uno standard ci siamo molto vicini, molto più di quanto possa sperare di diventare Safari. Perché poi Flash no e H.264 sì? Sicuramente Flash é più aperto visto che Macromedia prima ed Adobe ora permettono ad altre aziende di utilizzare il formato “swf” (vedi Swish ed un numero imprecisato di altre applicazioni) idem per il formato “pdf”. Apple invece dopo aver attinto a piene mani dall’open source ha restituito solo qualche briciola solo per questioni di immagine.
Apple deve la sua fortuna al settore arti grafiche dove Mac é tutt’ora la macchina d’elezione, ma senza aziende come Adobe e Macromedia il Machintosh avrebbe fatto la fine del Commodore Amiga! Il video, il web desing sono venuti di conseguenza. Non dico che avrebbe dovuto essere grata ad Adobe ma sputare sul piatto dove ha mangiato e continua a mangiare mi sembra eccessivo. Il progetto di Adobe per Flash CS5 era noto da tempo perché aspettare fino ad adesso per dare l’annuncio? Le prestazioni di Flash su “Slow” Leopard e iPhone non sono il massimo? Un atteggiamento corretto sarebbe stato collaborare per migliorare la situazione.
Penso debbano essere gli utenti a decretare il successo di una tecnologia. Apple vs. Microsoft, Apple vs. Adobe, Apple vs. Google, Apple vs. Nokia, Apple vs. HTC. Siamo sicuri che siano sempre gli altri ad essere in torto?
Comunque credo anch’io che Adobe non abbia mai pensato all’iPhone come il suo core business del futuro. Non ne ha bisogno. Pazienza, un’occasione persa (per iPhone ed per Apple). La Mela é marcia.

# - Postato da Luca 10 aprile 2010 alle 23:33

sono incappato in una guerra religiosa… lol

Le limitazioni di apple non mi piacciono moltissimo, ma la palla é loro e scelgono loro chi far giocare. Il non volere una macchina virtuale lo capisco, un po meno questa novità  ma non fa nulla… almeno uno può programmare in C e non ti obbligano a pagare pure per quello.
Spero che si possa fare qualcosa di simile a quello che gnome ha fatto con “Vala”, ovvero un convertitore di linguaggio che converte i sorgenti Vala in sorgenti C, anche se temo non sia la stessa cosa.
Certo questo é davvero un colpo sotto la cintura, non é un settore essenziale per adobe ma sarebe stato un signor mercato.

comunque anche io sono convinto che apple sia infastidita da html5/canvas/javascript… perché a luuungo termine potrebbero togliergli una fetta di mercato (per quanto piccola). Dire che la adobe tremi é esagerato, dire che flash sparirà  é ridicolo, ma credo che “infastidita” vada bene. personalmente preferirei un giorno non dover per forza obbligare gli utenti ad avere flash player (ma neanche h.264), perché magari non l’hanno installato e sono utonti o non sono amministratori di sistema, o semplicemente perché il loro sistema non supporta flash (il caso linux 64bit tempo fa) o magari perché non hanno voglia di installarlo.

@antonio
Sono anche io d’accordissimo che dreamweaver non sia quel software irraggiungibile che può essere photoshop anzi, penso sia il fanalino di coda della suite. Ma credo che questo sia semplicemente dovuto al fatto che se uno conosce html (o css, php, javascript …) non serve neanche che sia un software commerciale, le alternative opensource valide ci sono.

Ecco perché se anche html5 fosse in competizione con flash, Dreamweaver non lo sarebbe perché per scrivere due righe di html5 puoi benissimo usare un notepad qualunque. Se adobe vorrà  restare in vetta al mecato degli editor html gli basterebbe mettere in commercio il migliore, e finché canvas non prende piede non vedo perché dovrebbe essere lei a spingere da quella parte quando i developer non lo usano ed i browser non lo supportano. Se poi esagera in pochezza pigliati textmate o aptana e non facciamone un problema.

l’argomentazione “sisi, hai sempre ragione tu” é infantile e non valida ai fini della discussione. In ufficio ho molte persone che lavorano su mac, ma (tu pensa) sono le stesse che lavorano con la suite adobe. Dire che i due prodotti siano in competizione é quanto di più assurdo si possa affermare, apple senza adobe non reggerebbe un anno.

Parlare di iPad poi é decisamente OT. Non c’entra nulla e non ti rispondo o creiamo flame incorciati :)
Ti dico solo che il fatto che la massa si rechi a comprare un prodotto non lo rende un prodotto valido.

# - Postato da scienzedellevanghe 11 aprile 2010 alle 06:32

Possiamo discutere fin quanto volete ma, conoscendo il comportamento della Apple e soprattutto di Jobs, creare applicativi per iPhone/iPad tramite Flash non é più possibile… punto e basta!

Solo se Adobe decide di fare qualche attività  di boicottaggio, la Apple rivedrà  la sua posizione altrimenti questa é la realtà , bella o brutta che sia.

Credo che Adobe farebbe bene a non creare troppe speranze nella vasta comunità  degli sviluppatori Flash, togliendo il packager dall’offerta della CS5 (riducendone anche il prezzo).

# - Postato da Michele 11 aprile 2010 alle 10:24

aggiungo in oltre che l’aspetto positivo di questa vicenda é che la Apple ha salvaguardato anche gli sviluppatori iPhone/iPad che negli ultimi anni hanno investito decine di migliaia di euro sulla piattaforma di sviluppo Apple.

Conosco io stesso una azienda di Torino molto preoccupata (fino a giovedì sera) dell’entrata in scena di questo fantomatico packeger… mi raccontava uno dei loro responsabili commerciali che negli ultimi mesi molti dei loro potenziali clienti avevano deciso di aspettare per vedere gli sviluppi del mercato, in quanto molte agenzie di comunicazione avevano loro inviato offerte vantaggiosissime con ovviamente la premessa “a partire da estate 2010″.

# - Postato da Michele 11 aprile 2010 alle 10:32

Vi rendete conto che Iphone, Mac osx e Ipad non sono gli unici strumenti per accedere ad internet?

Finché nella Browser War Explorer comanderà  con il 75% flash non avrà  di che preoccuparsi.

Tra l’altro, chi attacca flash non lo conosce. Flash é l’unico metodo per liberare la creatività  sul web, realtà  aumentata, grafica 3d (peccato che il player non supporta al massimo la scheda video, sennò ci sarebbe veramente da divertirsi), videoconferenza (ditemi se questo con html5 é possibile).

Peccato appunto che lo sviluppo di flash come player é pessimo, su questo credo che siamo d’accordo tutti.

Riguardo a youtube e il supporto a html5 non cominciate ad esultare.. vedremo lo switch-off tra minimo 2 anni, quando ci sarà  il supporto completo di tutti i browser ai codec video. Tra l’altro youtube ha introdotto adesso il supporto ai sottotitoli, in flash, quindi ci sta ancora lavorando sopra.

Dimostrato che flash vivrà  ancora a lungo, ritorno nell’argomento principale: la scelta di apple é chiara: sa bene anche lei che perdendo tutta la suite adobe perderebbe una grandissima percentuale di utenti, infatti il motivo dell’esclusione é solo il controllo delle applicazioni. Tutte le applicazioni di terzi sono controllate fino all’ultimo punto (e virgola), sia dal punto di vista dei contenuti che dal punto di vista delle prestazioni, e aggiungere il supporto a flash costerebbe ad apple nuovi sistemi di controllo e nuove politiche che potrebbero danneggiarla.

# - Postato da mazzjoe 11 aprile 2010 alle 11:06

da produttore non vorrei essere nei panni di Adobe, da consumatore non me ne può importare di meno. Se i giochini (quelli fatti in Flash sono giochini e non giochi) siano programmati in Flash o in C (@charger bellissimo il tuo commento), vado su AppStore e prendo quello che c’é. Se su AppStore non c’é nulla di mio gradimento non compro. E se io non compro Apple rivedrà  le sue strategie.

Apple brutta e cattiva?
Si. E’ un’azienda e non una ONLUS. Posizione dominante: quanti dispositivi ha venduto? 100 milioni (e mi sto allargando di tanto). Quanti sono i dispositivi sulla faccia della terra? Se fossero 1 miliardo parleremmo del 10% (e non sto tenendo conto che iPad, iPhone e iPod Touch non dovrebbero essere cumulati perché sono 3 dispositivi differenti, ma sommiamoli). Quindi, niente posizione dominante. Questo per chiarire la differenza con Microsoft.

Perché Adobe strilla.
Perché sta perdendo tanti soldi, ma tanti. Sta perdendo Youtube e HTML+CSS le stanno mettendo un po’ di paura. Flash sarà  anche migliore, ma HTML+CSS hanno dei costi infinitesimali. Se su WEB Flash può dare molto in più, su mobile no. I siti interamente in Flash, come quelli delle case automobilistiche, non hanno senso sui telefoni.
La ragione primaria di internet sul mobile é comunicare e trovare certi tipi di informazioni: news dei giornali, orari dei treni o dei cinema, informazioni sui locali etc e non fare il prototipo della propria macchina.

Siti interamente in Flash
Mercedes, Seat, Audi, BMW a posto del loro sito in flash potrebbero creare un app, ma non lo fanno perché? perché é inutile sul telefonino.
Il cinema Medusa ha tutto il sistema di prenotazione fatto in Flash. Beh io mi arrabbio perché Medusa non ha ancora creato un’applicazione per iPhone, Android, BlackBerry e una in Java, non perché Flash non é disponibile

Con i BlackBerry fai quello che vuoi
Certo. Facebook e Skype sul’8900 che ho in azienda funzionano solo tramite connessione dati e non tramite Wifi. Non esiste neanche il Tom Tom per BB e i Nokia lo hanno da una vita.
Chiedetevi perché RIM ha sfornato lo Storm, l’anti iPhone senza connessione WiFi. Eppure anche l’N80 ha la Wifi. Perché senza Wifi la batteria raddoppia e visto che un BB senza connessione dati é peggio di un iPhone senza connessione dati…

Adobe non é buona, gli sta tornando indietro quello che ha fatto per anni, giusto o sbagliato che sia.

# - Postato da mrmoleskine 11 aprile 2010 alle 11:17

@Michele:

Io penso che le aspettative non andranno deluse in toto: considera che le API per il multitouch (ad esempio) funzionano su una grande quantità  di device che non sono marcati Apple. Insomma, grandi problemi per gli sviluppatori sinceramente non ne vedo. Sempre da sviluppatore mi può dispiacere per Adobe che ha perso del tempo a lavorare sul packager.

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 11:24

@Michele: “conoscendo il comportamento della Apple e soprattutto di Jobs, creare applicativi per iPhone/iPad tramite Flash non é più possibile… punto e basta!”

@Pino: “Sempre da sviluppatore mi può dispiacere per Adobe che ha perso del tempo a lavorare sul packager.”

Questo é secondo me ancora da vedere, Adobe, Unity ed anche Microsoft che si trovano tutte e 3 attualmente escluse (non é solo Flash il cattivone, e Unity ad esempio prometteva molto bene) potrebbero benissimo aprire una controversia con Apple, sappiamo bene quante “guerre legali” ci siano nel mercato dei software, per cui é tutto da vedere se questa scelta di Apple rimarrà  questa, potrebbe ritornare sui suoi passi (per motivi legali o magari per propria scelta) e capovolgere nuovamente la situazione.

# - Postato da Davide 11 aprile 2010 alle 11:40

@Davide
questa situazione mi ricorda quella della Palm e la sincronizzazione con iTunes… mesi e mesi di guerra e nulla di fatto… se Apple dice di no é NO!

@Pino
Alle aziende non interessano gli altri device, interessa iPhone e iPad… chi compra un blackberry lo usa solo per ricevere la posta e raramente lo usa per navigare, forse per i nokia il discorso é diverso ma l’utenza é fatta soprattutto di giovani.
Gli iPhone/iPad invece hanno realmente rivoluzionato il mercato, l’iPad poi é di una facilità  d’uso disarmante (pensa che in una università  per anziani in provincia di Bergamo stanno pianificando l’acquisto di una serie di iPad)

# - Postato da Michele 11 aprile 2010 alle 12:13

credo comunque che qui si stia facendo un po’ di confusione

Apple sta passando per il diavolo e Adobe per l’acqua santa ma la realtà  credo che sia ben diversa…

Negli ultimi due anni Adobe a causa delle scarse vendite della CS4, ha dovuto licenziare parecchie vagonate di programmatori, riducendo notevolmente il suo potenziale in termini di sviluppo.
Cosa ha fatto allora mamma Adobe? invece di innovare i suoi prodotti (dreamweaver in primis) ha deciso di entrare con prepotenza in un mercato già  esistente (sviluppo di applicativi per iPhone/iPad) nel quale non c’entrava (e non c’entra) nulla… ha preso la strada più facile e ora pagherà  le conseguenze.

# - Postato da Gianni 11 aprile 2010 alle 12:31

@Michele [56]:
é un ragionamento miope che non considera che un po’ alla volta dei competitor seri stanno uscendo fuori (Android in primis) e che gli strumenti di sviluppo di Android sono decisamente più familiari di quelli per iPhone.

@Davide [55]:
non so se la controversia gioverebbe però a qualcuno.

@mazzjoe [52]:
non penso che il Player sia pessimo: per quello che pesa in temini di Mb e quello che fa secondo me é un gioiello. Sicuramente, come dice il mondo dei fan di Apple (e Adobe non nega), hanno qualche difficoltà  con i Mac, ma il post di noc77 [40] la dice lunga.

@mrmoleskine [53]:
non sono d’accordo sui giochini: magari tendenzialmente ci si fa meno di quello che ci si potrebbe fare. Se poi ci si aspetta che faccia giochi identici a quelli della PlayStation, beh, allora sono proprio sbagliate le aspettative. Puoi attenderti mondi virtuali o cose come Dofus o GetTheGlass, però. Oltre ad applicazioni come AudioTool.

Non sono d’accordo nemmeno sul fatto che Adobe abbia paura di HTML(5) e CSS: per me questa é una invenzione di qualcuno che non sa stare sul mercato nella maniera corretta.

Quanto a Flash sui device, su molti device mobili ci gira JAVA, che tanto piccolo non é. Poi ci sarebbe l’Open Screen Project, che non mi pare allontani Flash dai device (anzi), che non sono solo cellulari. Lo stesso dicasi per AIR, che guarda caso si basa su WebKit.

Io aspetterei anche a dire cosa ci si può/deve fare con i device mobili perché in capo a qualche tempo (non millenni, diciamo a partire dal 4G) potranno cominciare a diventare molto più potenti ed accessibili (in termini di prezzo al pubblico).

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 12:40

@Gianni:

la cosa dipende dalla crisi, non tanto dalla CS4 (secondo me): hanno licenziato Yahoo!, Microsoft, Ericsson, Adobe e probabilmente anche Apple.

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 12:48

Secondo me il comportamento di Apple é controproducente, mettersi contro Adobe che vuoi o non é di fatto una delle + grosse aziende che produce software che tutti utilizzano (sfido chiunque a trovare un’alternativa valida open source a photoshop.. e per favore non mi nominate GIMP..dai).
Personalmente penso, che in parte Adobe ha fatto la fortuna di Apple, visto il target, grafici, fotografi e altro.
Che chi inneggia alla morte di flash, ma quando bisogna produrre un website d’impatto, sfido a trovare un altro prodotto adatto a questo…
Lasciamo stare le problematiche di SEO e discorsi vari, ad una società  che punta sull’immagine forse nemmeno interessa molto essere indicizzati cosi tanto.
Ho un parere personale, tutti quelli che inneggiano la morte di Flash secondo me sono sviluppatori che non riescono a sfruttarlo al meglio o che ci hanno provato e che sognano di poter realizzare bei prodotti ben fatti, solo che essere un Actionscript developer non é cosa facile, io in primis lo reputo difficile e quindi non mi azzardo nemmeno…
Che poi flash venga usato malissimo da alcuni sono d’accordo con voi, c’é anche chi usa malissimo jQuery o altro e script che ti inchiodano il browser se ne vedono e pure tanti.
Apple si é messa contro pure Google, cosa da non sottovalutare, carine le nuove funzioni di Snow Leopard che si basano su prodotti offerti da Google (tipo la geolocalizzazione delle foto).
Se fossi Jobs andrei un pochino + tranquillo, vorrei vedere chi comprerà  un Mac senza avere una suite Adobe..
Poi sinceramente mi fate vedere un prodotto, che somigli ad uno di questi
http://www.thefwa.com/
fatto con javascript + html5 e css3 o quello che volete voi…

# - Postato da Antonio 11 aprile 2010 alle 14:05

… solo un’altra nota..
Vorrei vedere un giorno Adobe fare un porting completo delle loro suite per macchine basate su Ubuntu o simili…
Poi mi venite a dire quanti ancora compreranno macchine mac a prezzi che alcune volte rasentano il la follia…

# - Postato da Antonio 11 aprile 2010 alle 14:20

@chi diceva che DW era morto per mancanza di supporto ad HTML5:

segnalo che c’é questo articolo in cui dicono (non so se sia vero, lo scopriremo domani) che é (ovviamente) supportato.

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 14:40

ormai é iniziato il conto alla rovescia… non per la CS5 per la fine di Flash… forza Steve!!!

# - Postato da Franco 11 aprile 2010 alle 19:13

@Franco:

ma voi integralisti fate così perché non lo sapete usare, perché non sapete come vendere i vostri siti in HTML, perché non sapete programmare, perché non funziona bene il player sul Mac o perché é di moda dire che Flash deve morire?

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 19:22

Photoshop CS5 ?

CS sta per CESSO ?

ps. Brava Apple, a morte sFlash e tutta la spazzatura web -2.0 !!!

# - Postato da TheStylist 11 aprile 2010 alle 19:28

@TheStylist:

per me la vera spazzatura del web sono i “professionisti” che ragionano come te.

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 19:46

@Pino

per me la vera spazzatura del web sono i “ciarlatani” che lavorano come te, che usano i giochini in sFlash come te.

# - Postato da TheStylist 11 aprile 2010 alle 19:51

@TheSylist:

ne riparliamo quando diventi maggiorenne.

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 19:55

@Pino

Ok, ho capito cosa ti piace.

Torna pure a perdere tempo con .Merd e la sera ad eccitarti con sFlash.

# - Postato da TheStylist 11 aprile 2010 alle 20:10

Fino a che ha fatto comodo a gli improvvisati web designer di rivendere flash come chissà  che lavoro, magari comprando template a 50$ e vendendo i siti a 3000€ flash vi ha fatto comodo.
Ogni volta che avete mostrato un sito graficamente degno di nota, avete fatto vedere esempi di siti in flash ad amici e conoscenti.
Poi vi siete resi conto, che per ottenere quella qualità  dei lavori toccava studiare tanto tanto..
e adesso volete vedere Flash morto insieme a tutta la Adobe.
Credo che prima che Adobe e/o flash scompaia sicuramente parecchi di voi avranno cambiato lavoro….
Che Photoshop sarebbe un cesso.. boh.. io non ne sono sicuro, ma non sono io a dirlo, lo milioni di persone e professionisti che lo usano..

Auhahahuu io scommetto na cosa, che magari in Apple quando disegnano e fanno i prototipi dei loro prodotti… sono straconvinto che utlizzano prodotti Adobe e/o Autodesk o simili, come fa la maggior parte di tutte le aziende, dove i Mac manco esistono.

Jobs sta facendo una stupidaggine mettendosi contro Google, Adobe e Microsoft e non é uno scherzo…

# - Postato da Antonio 11 aprile 2010 alle 21:19

mi sono sempre piaciuti gli sviluppatori flash, sempre a pensare che il mondo ruoti intorno a loro… 50€, 3000€, 10000€ ecc., per loro il web senza flash non esisterebbe, i template da presentare ai clienti solo in flash, le gallerie immagini solo in flash, la loro sapienza sempre superiore a quella degli altri

saluti a tutti e speriamo che la CS5 sia un grande flop!!!

# - Postato da Michele 11 aprile 2010 alle 22:12

@Michele:

speriamo, così avrai qualcosa di sensato da dire al prossimo intervento! :-)))

# - Postato da Pino 11 aprile 2010 alle 22:28

dimenticavo… e vogliono sempre avere l’ultima parola

# - Postato da Michele 11 aprile 2010 alle 22:44

@Michele: veramente finora quelli che “Flash deve morire”, “Flash fa schifo”, “Photoshop é un cesso” mi pare siano stati gli Apple-fan, solo Antonio ha fatto una provocazione sul fatto dei design e temmplate rivenduti, per il resto in 70 commenti io ho solo letto “flash é morto”, “html5 seppellirà  flash” etc. senza particolari motivazioni sul motivo per cui flash dovrebbe sparire o sia il male del web, tutte cose peraltro che si leggono da 8 anni e passa :D
Che il web non esisterebbe senza Flash non mi pare l’abbia detto nessuno, mentre che la maggior parte dei siti di alto impatto visivo siano in flash mi pare semplicemente un dato di fatto.

# - Postato da Davide 11 aprile 2010 alle 23:02

Di ridicolaggini ne ho lette un sacco fin’ora, peccato, speravo ne uscisse anche qualcosa di interessante.

@tutti gli apple’s fan
Non mi piacciono i siti fatti in flash solo perché “fa figo” e mi auguro anche io che venga sostituito sempre dove é sostituibile, ma (esempio banale) ditemi con cosa sostituire flash in giochi online (ad esmpio farmville) o in webapp particolarmente complesse (come aviary). Ne la vostra avversione a questi prodotti ne esperimenti da nerd inutilizzabili nel mondo reale sono una risposta seria. Neanche youtube può farne a meno, l’h.264 poi sarebbe una peggiore schiavitù che porterebbe addirittura alla morte di firefox.

Le “macchine virtuali” proprio non mi vanno giù, ma da qui a dire che flash deve morire, deve sparire, sparirà  e che steve jobs é un paladino degli standard e del web é puro fanatismo Apple.

@TheStylist: non so chi tu sia, ma immagino che tu utilizzi gimp. In tal caso buon per te, ma se dici che cs sta per cesso esageri, spero che tu stia scherzando tanto per fare flame o che non lavori nel settore.

@Antonio: Il sito che hai linkato (thefwa.com) non mi sembra un sito difficile da riprodurre senza flash. Considera che non l’ho esplorato a fondo e che mi prendo un certo margine, ma non mi sembra tutta questa complessità . Il problema di noi scrittori di html/css/javascript sono sempre le vecchie versioni di IE sul quale tutto (anche se ottimizzato) va peggio, ma sugli altri browser avrebbe una fluidità  paragonabile.

# - Postato da scienzedellevanghe 12 aprile 2010 alle 01:42

é arrivato il grande giorno… da domani mattina tutti a realizzare siti con Flash Catalyst

certo che il weekend é stato veramente lungo per i vertici di Adobe:
http://9to5mac.com/Kevin-Lynch-CTO-Adobe-talks-apple-403629867

Inviatare gli utenti iPhone/iPad ad usare il jailbreak sui propri device é proprio il massimo

# - Postato da Gianni 12 aprile 2010 alle 09:10

Le scelte della mela ultimamente mi lasciano sempre un più perplesso… fino a qualche anno fa ero un sostenitore della Apple… ma da qualche tempo ho come l’impressione che qualcosa non vada, si fa la guerra dai grandi gruppi e chi ne va di mezzo siamo noi sviluppatori… allora da un anno ho comprato un pc vergine ed installato il mio bel linux… so che i prodotti per la grafica non sono minimamente paragonabili ai prodotti adobe, però con un po di pazienza si riescono ad ottenere risultati eccellenti senza sborsare un cent… cara apple, cara adobe spero che dichiariate bancarotta!!!

# - Postato da regolo 12 aprile 2010 alle 09:17

Io penso solo a quali commenti leggerei se una mossa simile l’avesse fatta M$…

# - Postato da Fabrizio 12 aprile 2010 alle 09:35

@fabrizio
ci sarebbero stati comunque commenti superficiali/religiosi, anche se anti M$. Quindi non cambierebbe di molto :)

# - Postato da scienzedellevanghe 12 aprile 2010 alle 09:53

sono due anni che sul mio mac ogni sw di adobe va in crash

adobe invece di rompere le balle agli altri (vd. apple), pensa a realizzare prodotti più stabili e a prezzi più umani… sarò costretto a sborsare la solita tassa dei “18 mesi adobe” solo per avere maggiore stabilità … almeno si potesse comprare la versione inglese in dollari oppure avere con lo stesso prezzo la possibilità  di installarlo sia su mac che win (senza passare per le complicatissime multilicenze)… ma forse chiedo troppo

inoltre non capisco perché non viene rinominata in Creative Flash Suite CS5… le novità  riguardano sempre un 90% flash e un 10 %photoshop

# - Postato da Michele 12 aprile 2010 alle 09:56

@Gianni:

spero che a nessuno venga in mente di fare siti con Flash Catalyst, dato che lo strumento é pensato per realizzare applicazioni.

@Michele:
sei lo stesso Michele del post iniziale? Allora: all’inizio fai capire che Adobe non saprebbe cosa presentare senza il packager di Flash per iPhone. Adesso dici che le novità  sono al 90% di Flash e al 10% di PhotoShop. Ora: per te Flash é pieno di novità  o ha solo il packager? Non é chiaro. Non sono un grafico, ma ho visto questa feature del content aware su PhotoShop CS5 e non mi pare malvagia, sebbene pare fosse già  presente in software open source.

Comunque, se tu già  lavori bene con i vecchi prodotti nessuno ti obbliga ad acquistarne di nuovi: non si compra il software per essere alla moda, si compra quando serve.

Conosco persone che con Flash 4 sapevano fare cose che non ho visto fare ad altre persone che avevano in mano strumenti dieci volte più potenti (un esempio potrebbero anche essere i minigiochi su Orisinal).

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 10:25

Pino non hai da lavorare oggi? ho scritto che il sw CS4 é instabile non che aggiornerò perché devo seguire la moda

# - Postato da Michele 12 aprile 2010 alle 10:38

Apple non vuole utenti ma adepti, come ogni setta che si rispetti. Il motto dovrebbe essere aggiornato in “Dont Think”. Siamo arrivati al punto di definire tutta la suite un cesso. Spero che Adobe smetta di produrre il suo software per Macintosh. Così i suoi adepti potranno usare solo programmi “puri”: iWeb, Pages, Numbers etc. E tutti saremo più felici.

# - Postato da Luca 12 aprile 2010 alle 10:45

la CS5 é stata ufficialmente lanciata:
http://www.adobe.com/products/dreamweaver/

Su dreamweaver nessuna novità  di rilievo, solo browserlab (per chi é pigro e non vuole aprire la pagina nel browser) e integrazione con wordpress (per chi non vuole installare estensioni di terze parti).

Non si parla di server behaviour e neanche di ADDT, scomparsi nel nulla:
http://www.adobe.com/products/dreamweaver/upgrade/?view=compare

# - Postato da Gianni 12 aprile 2010 alle 11:32

@Antonio:

Non mettere in bocca alla gente parole che non hanno detto. Io da sempre NON HO MAI USATO FLASH per realizzare siti web. Fin dai tempi in cui comparse la “moda”. Tutt’ora ne sono soddisfatto, perché ne ho sempre trovato beneficio da questa scelta. Se tu non l’hai trovato, beh affari tuoi (mai sentito parlare di SEO inefficiente, manutenibilità  da manicomio vecchi tempi, scarsa o nessuna attenzione alla semantica di interazione dell’interfaccia uomo-macchina, etc… TUTTE COSE CHE CON sFlash sono all’ordine del giorno).

@Davide:

la maggior parte dei siti di alto impatto visivo siano in flash

Ecco, questo é il nocciolo del discorso: l’eterno dibattito su siti tutta GRAFICA e niente CONTENUTO, tutto FUMO e niente ARROSTO.

Il Web, prima che passatempo per grafici, é CONTENUTO. Punto.

@scienzedellevanghe:

Si utilizzo GIMP. La cosa bella, é che i miei risultati di fotoritocco sono migliori delle devastazioni di bit che tutti quelli che conosco fanno con la loro brava copia pirata di Photoshop.
Forse si sentono “gaurri” nel pasticciare con la PP le loro immagini. Ecco a cosa mi riferivo chiamando cesso Photoshop, al comportamento che induce nell’utonto medio.

# - Postato da TheStylist 12 aprile 2010 alle 11:56

@ TheStylist: Il Web, prima che passatempo per grafici, é CONTENUTO. Punto.

Ma non é solo contenuto. Chi vuole fare siti/portali di contenuti non usa Flash, chi ha esigenze di alto impatto visivo lo usa, perché ci sono anche ditte/clienti/persone che non hanno esigenze di contenuti ma devono magari solo presentare la loro azienda o i loro servizi e quindi puntano più sull’immagine, un po’ come per gli spot televisivi ci sono quelli basati più sugli effetti grafici e quelli basati più sul contenuto. Tutto sta a usare lo strumento adeguato a seconda dello scopo che si deve raggiungere, come Flash non va bene per i siti che puntano principalmente sul contenuto, oggi Flash é la soluzione ideale per i siti che necessitano un alto impatto visivo. Il fatto che tu non abbia occasione o necessità  di fare questo tipo di siti non vuol dire che tutto il mondo non ne abbia necessità .

# - Postato da Davide 12 aprile 2010 alle 12:20

@Antonio
@Davide
@scienzedellevanghe

Vi consiglio di non perdere tempo a rispondere alle farneticazioni di questo “orgoglio dei manicomi”, come lo definirebbe Franco Battiato.

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 12:21

@Davide:

propongo di cambiare il tuo nick in Santo Davide

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 12:24

Pino, Pino…

Il tuo nome mi ricorda quello di un individuo demente che circola qui in città , il quale fu chiamato così dai genitori perché in una gita in una bosco rimase impressionato dai pini…

Divertissement a parte, rispondo alla replica di Davide: mai visto siti fatti in pure CSS con un pulizia e gradevolezza da stracciare qualsiasi pacchianata in Flash?

Altro esempio (faccio un’analogia con i videogame): ma tu preferiresti giocare ad un gioco con una grafica pazzesca, colori iper-realistici, sonoro da stadio, ma con una giocabilità  da deficienti? Ecco, non sarebbe meglio giocare ad un gioco che abbia spessore, una storia originale e ben studiata, un cura dei particolari migliore?

# - Postato da TheStylist 12 aprile 2010 alle 12:41

@TheStylist: magari ci sono anche giochi fatti con una grafica pazzeca, colori iper realistici, sonoro da stadio e un’ottima giocabilità …

Se poi vogliamo fare dei discorsi da stadio é inutile stare a parlare, ma come ci sono le pacchianate in Flash ci sono le pacchianate in HTML/Javascript/CSS & c, e come ci sono i siti fatti bene in HTML/Javascript/CSS ci sono i siti fatti bene in Flash.
Il problema mica é lo strumento/linguaggio, é chi lo usa. Se poi dobbiamo stare schierati perché ci diverte di più così, inutile tentare una discussione.

# - Postato da Davide 12 aprile 2010 alle 12:53

@TheStylist:

La pulizia e la gradevolezza puoi realizzarla anche in Flash, così come esistono pacchianate in CSS-pura-razza-merinos-col-pedigree.

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 13:02

Parafrasando Jobs…Flash é vecchio, antiquato, pieno di bachi e, spesso, non rilevabile dai motori di ricerca (aprite parecchie pagine only flash e ve ne accorgerete da soli: non c’é alcun testo da indicizzare).
Il candidato sostituto é, nel bene come nel male html5. Adobe é nel comitato relativo e fa di tutto per ostacolarlo.
Ci sarà  un motivo, no? S.Jobs, forse non ha tutti i torti e in Adobe lo sanno……

# - Postato da Ratamusa 12 aprile 2010 alle 13:13

@TheStylist:
Ho capito, ma il fatto che tu sappia usare gimp ed altri non sappiano usare photoshop non é un demerito/merito dei programmi, ma degli utenti.

Davide:

“chi ha esigenze di alto impatto visivo lo usa”

Si raggiunge un buon impatto anche senza flash, inutile che io ti dica che per qualche fade-in del piffero javascript é più che sufficente.

Non sono del partito “a morte flash” ma credo nella maggior parte dei casi sia usato senza alcuna ragione plausibile. E dove non é indispensabile non capisco perché non fornire un sito accessibile, scritto con un linguaggio fatto per il web.

# - Postato da scienzedellevanghe 12 aprile 2010 alle 13:26

@scienzedellevanghe: scusa ma per “alto impatto visivo” immagino qualcosa di un po’ più complesso di qualche fade-in o spostamento del piffero :D

# - Postato da Davide 12 aprile 2010 alle 13:28

@Davide:

Se esistesse un esempio di quello che affermi, sarebbe comunque l’eccezione che conferma la regola. ;-)

Pino:

Di “pacchianate in CSS” non ne ho mai viste (sarà  che i pasticcioni non si trovano a loro agio con degli strumenti che inducono a lavorare con i crismi giusti, a meno di aberrazioni professionali, of course… ;-) )

@Ratamusa:

Quoto++

# - Postato da TheStylist 12 aprile 2010 alle 13:30

@scienzedellevanghe:

il problema sono gli studi (o i freelance) che vendono siti fatti in Flash perché forse vengono remunerati maggiormente (o forse il cliente é disposto a spendere maggiormente per questo tipo di sito).

Forse chi NON fa siti in Flash dovrebbe trovare un modo per rendere appetibili i propri servizi.

@Ratamusa:

Considerato che Mr. Steve Jobs non ha mai lavorato in ambito web, onestamente ciò che pensa di Flash non é in fin dei conti molto interessante, anche considerando che (per ovvi motivi) ci marcia.

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 13:33

@TheStylist:

Non capisco di quali crismi parli: con Flash si fa programmazione orientata agli oggetti, mi pare un crisma giusto, oltre che noto. Con i CSS e i browser attuali puoi trovarti a fare hack ridicoli per far fare ai browser cose che non possono fare (vedi questioni relative alla retrocompatibilità ).

Questo per parlare della tecnica. Se qualche ignorante non conosce l’architettura dell’informazione non saprà  applicare la teoria né a Flash, né ai CSS di pura lana vergine.

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 13:42

C’ho il mal di testa.

Pino, adesso basta.
Dicci quanto ti pagano.
Voglio saperlo.
Voglio fare il tuo stesso mestiere.
Voglio essere pagato anche io per delirare su di un blog.

Perché di sicuro tu un lavoro vero non ce l’hai e se lo avessi ti avrebbero già  licenziato perché passi tutto il tuo tempo a cazzeggiare. Vuoi usare Flash. Usalo. Facci pure l’uovo alla coque. Utilizzalo anche per fare un sito statico di una sola pagina con solo testo. Ma per favore, finiscila di fare l’avvocato delle cause perse. I giochini in flash non sono il presente, non sono il passato e NON saranno il futuro del web. Fattene una ragione.

A tutti gli altri. Odiate Flash? Non lo usate. Fate tutto in HTML/CSS/JS. Sperimentate con canvas. Sviluppate applicazioni in Objective-C o Java. Provate a utilizzare qualche linguaggio grafico come Processing o VVVV per creare prodotti altamente interattivi. Però smettetela pure voi di sparare sulla croce rossa.

Il dato di questo Post é che Apple, come se ci fosse ancora bisogno di ribadirlo, vuole “accannare” Flash e fare guerra ad Adobe. Stop. Cosa può farci Adobe? Niente, se non inventare un bridging in ActionScript3 per l’iPhone SDK. Attenzione ho detto BRIDGING non PACKAGER. Potrebbe farlo. E se lo fa, probabilmente tornerà  tutto come prima. I vari Pino e i suoi amici sviluppatori Flash continueranno a NON sviluppare applicazioni per iPhone, perché tanto la Apple é una merda e fa schifo. Gli sviluppatori iPhone continueranno ad utilizzare XCode e Cocoa Touch, perché é la strada più sensata.

A tutti: fate un po’ come vi pare.
Che in fin dei conti a noi, in tasca, non ce ne torna un euro.
Pace.

# - Postato da Simone 12 aprile 2010 alle 14:25

@Simone:

Ti informo che sono in piena produzione e sto per consegnare con 2 giorni di anticipo.

Per il resto: non penso siano “Simone” o “Pino” a stabilire cosa sia il passato e/o il presente per il web o per altri device. :-)

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 14:30

Io pure sono in piena produzione.
Ho due tastiere e due mouse.
Un paio li uso per scrivere fregnate su questo blog.
L’altro paio per sviluppare giochini in Flash.
Meglio che non ti dica con cosa utilizzi il secondo paio di tastiera/mouse.

# - Postato da Simone 12 aprile 2010 alle 14:35

In compenso hanno tolto il servizio ICE (InContext Editing) obbligando gli attuali utilizzatori a traslocare i loro siti (o quelli dei clienti) sulla piattaforma hosting business catalyst…

poi si parla tanto della Apple che fa la cattivona ma con questa attuale Adobe lavorare diventa infernale

# - Postato da Giulio 12 aprile 2010 alle 14:36

@Simone:

non capisco quali sarebbero i contenuti che hai apportato alla discussione da quando sei intervenuto. Lo stesso discorso vale per molti altri “signori” venuti a portare il loro “contributo” in questo thread.

Se una discussione deve diventare il modo per lanciare attacchi personali gratuiti non vale nemmeno la pena partecipare.

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 15:23

Adobe ha scelto una strategia sbagliata nel sfidare Apple in questo modo, secondo me loro dovevano investire risorse nel sviluppo di app per ipad, cioé cercare di trasformare ipad in una tavoletta grafica visto il potenziale, quanti grafici non comprerebbero un software cosi e l’ipad e chiaro che la apple protegge la sua fetta, come ha fato Adobe comprandosi macromedia, adesso non c’é concorrenza in questo settore, se prima c’era Fireworks contro Photoshop adesso non esiste più niente

# - Postato da Avasilcai Daniel 12 aprile 2010 alle 15:46

Mi dispiace Pino, sei tu che non gli hai colti.

Troppo occupato a dire quanto sei occupato. Potevi andare oltre le prime righe del mio commento. Evidentemente c’é qualcosa nel tuo ego, che lo ha impedito.

Te li ripeto in forma ridotta, così che fra tutte le consegne in anticipo che hai da fare, puoi leggerli velocemente:

1. Sostenere l’insostituibilità  di Flash, così come attaccarlo a denti stretti, non porta in tasca nulla, né agli sviluppatori, né agli utenti finali.

2. Il futuro di Flash nel web. Qual é? Tu che sei così illuminato, puoi spiegarmelo?

3. Quanto potrebbe cambiare la tua vita da sviluppatore e le tue posizioni sulla Apple, se Adobe riuscisse a introdurre un bridging alle Cocoa Touch API, tramite ActionScript? Mi farebbe piacere saperlo da te, che hai usato un G4 per 7 mesi, anni fa. Se non ti interessa la Apple, cosa ti importa se la Apple rimuove Flash dai suoi device? Mi sa tanto di malcelato rodimento di culo.

4. Ancora non mi hai detto quanto ti pagano.

# - Postato da Simone 12 aprile 2010 alle 15:59

@Simone:

1. E’ evidente che non hai letto dall’inizio tutto: mi pare anche giusto, dato che si é andati decisamente (e si procede) oltre il più normale buon senso. IO non ho mai detto che Flash é insostituibile. Anzi: io stesso -Flash developer- mi meraviglio che ci sia ancora gente che sappia inserirlo quando questo porta valore a ciò che si sta facendo. IO ci faccio applicazioni: non faccio un “sito in Flash” dal 2004.

2. La maggior parte delle applicazioni cui lavoro sono applicazioni che “vivono” su web: non tutte sono pubbliche ma tutte sono lautamente retribuite alla mia azienda che ne fa stipendi per i dipendenti, il mio in primis. Realizzo anche applicazioni che non sono su web, ma su schermi giganti, treni, chioschi multimediali, alberghi. Poiché attualmente NESSUNA di queste cose si può fare senza Flash/Flex agevolmente, la si fa con Flash. Quando non la si potrà  più fare perché é stato inventato qualcosa di “migliore” la farò con qualche altra cosa. Io non sono così “illuminato”: ho solo dalla mia parte un po’ di esperienza che tento, con alterni risultati, di mettere a disposizione degli altri;

3. Forse non hai letto tutto: a me della Apple non importa nulla, quante volte lo devo dire? Eppure sono stato chiarissimo fin dall’inizio. La Apple non é il mio mondo e non rappresenta per me un mercato sufficientemente appetibile. Oltretutto, non sono un freelance e nella mia azienda non si lavora con gli Apple (nemmeno i grafici stessi): usiamo prevelentemente Windows e Linux. Cosa c’é di strano?

Se rileggi tutto, ti accorgerai che io ho solo risposto a persone che sono venute su questo sito a portare odio, fanatismo, integralismo e inesattezze.

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 16:19

Credo che in realtà  la mossa di Apple sia semplicemente atta a bloccare tutte quelle piattaforme che possono produrre contenuti cross-platform, alla fine adobe, insieme a mono touch e unity3d é stato solo colpito indirittamente.

# - Postato da erik_ilrosso 12 aprile 2010 alle 16:48

davide:
Se ho capito bene la tua questione in merito é che qualcuno paga pino per odiare apple e fare siti in flash. Arrivati a questo punto il mio consiglio (chi vuole lo ignori) é di chiuderla qui. Tanto ormai il punto del non ritorno é passato da un pezzo… probabilmente dopo i primi 10 commenti.

# - Postato da scienzedellevanghe 12 aprile 2010 alle 17:48

@scienzedellevanghe: Eh? Dove avrei scritto qualcosa a Pino ? Forse volevi dire a Simone ? :S

# - Postato da Davide 12 aprile 2010 alle 17:53

@Carlo: cito “A me vengono i brividi piuttosto pensando alla spazzatura creata con HTML5+CSS3+Javascript.”
- si vede che non sai cosa parli, forse avrei creduto ma riguardando questo, ho visto che cosa hanno fatto la Apple come dimostrazione nel iAd alla presentazione di Iphone OS 4.0, Dio avrei detto che e roba tutta Flash, se non avrebbe detto Jobs che si tratta di HTML5,JS,CSS http://events.apple.com.edgesuite.net/1004fk8d5gt/event/ se veramente con html5,css, js si può fare quello che ho visto nella presentazione, cioé roba interattiva, veramente FLASH é minacciato… per quello Adobe si opponeva alla diffusione di HTML5, non per niente…

# - Postato da Avasilcai Daniel 12 aprile 2010 alle 18:20

@Avasilcai Daniel:

io non capisco una cosa. Ma voi senza conoscere cosa sa fare JavaScript (tanto che ve lo fate “dimostrare” dalla Apple, che in JS non é mai stata direttamente coinvolta nemmeno di striscio) volete paragonarlo con ActionScript, che nemmeno conoscete? Perché mettete bocca su queste cose? E’ incomprensibile per me.

Flash dovrebbe sentirsi minacciato dal canvas? Con le tue conoscenze attuali, potresti spiegarmi in che modo?

E quando mai Adobe si é opposta ad HTML5? Hai delle fonti che non siano di Apple che dicono questo?

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 18:51

A me vengono i brividi sentire cose del tipo

“con Flash si fa programmazione orientata agli oggetti”

Gente così veramente non ha mai capito un emerito cavolo (per essere gentili) di informatica.

Meglio chiudere i commenti qui, ormai é inutile proseguire.

# - Postato da TheStylist 12 aprile 2010 alle 19:03

@TheStylist:

hai le competenze per dimostrare il contrario?

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 19:05

@TheStylist:

ecco un nutrito gruppo di persone (che, nelle parole di un allievo di Gosling, non hanno capito “un emerito cavolo” di informatica), le quali, colte da improvvisa manoa, hanno preso a scrivere sull’OOP in Flash/Flex:

1,2,3,4,5,…

Ci sono anche libri di un certo rilievo scritti da italiani (a me é piaciuto molto quello su Flex di Marco Casario)…

# - Postato da Pino 12 aprile 2010 alle 19:20

Quando il cloud computing sarà  diventato la norma e il web non sarà  più solo una vetrina, vedremo se javascript e html5 saranno sufficienti a sviluppare applicazioni di un certo spessore. Sicuramente la tecnologia Adobe Flash / Flex / Air é pronta per la sfida. Ignorare questo da parte di uno uno sviluppatore mi sembra un attegiamento miope. Se poi vi volete fermare agli slide show ai player video ed ai cms. Ok probabilmente si può fare a meno di flash. Evviva Apple che ci ha illuminato.

# - Postato da Luca 12 aprile 2010 alle 21:59

Quando il cloud computing sarà  diventato la norma e il web non sarà  più solo una vetrina, vedremo se javascript e html5 saranno sufficienti a sviluppare applicazioni di un certo spessore. Sicuramente la tecnologia Adobe Flash / Flex / Air é pronta per la sfida. Ignorare questo da parte di uno sviluppatore mi sembra un atteggiamento miope. Se poi vi volete fermare agli slide show ai player video ed ai cms. Ok probabilmente si può fare a meno di flash. Evviva Apple che ci ha illuminato.

# - Postato da Luca 12 aprile 2010 alle 22:00

@Pino prima di tutto come sai tu quanto Javascript conosco o meno io? Su come parli mi sembri fanboy flash e ignori tutto il resto. Con js,css,html5 si possono fare tranquillamente tantissime cose che oggi si fanno con flash, tutto qui, non ho detto che si può sostituire completamente flash. Ufficialmente non l’hanno fatto, intendo Adobe, non sono favorevoli al ingresso di html5, cercati da solo notizie al riguardo e vedrai che é cosi, e non é la apple la fonte. Comunque personalmente penso che sei un fanatico flash, almeno su quello che scrivi mi fa pensare cosi, forse mi sbaglio. Io non sono contro flash, ma sono contro al 80% delle cagate fate in flash su web oggi, che come dicevo sopra si possono sostituire tranquillamente con js,css,html5.
Come nota aggiuntiva, non sono guru js ne il creatore di script.aculo.us, ma ho iniziato a scrivere codice javascript circa 9-10 anni fa, quindi forse qualcosa oggi al riguardo so…personalmente uso js,php per scrivere applicazioni AJAX
avevo dato l’esempio nel video di presentazione di Apple (se l’hai visto) che dimostra il potenziale di html5,js,css nel fare le cose interattive

# - Postato da Avasilcai Daniel 12 aprile 2010 alle 22:14

Pingback: Presentata Adobe Creative Suite 5 a Milano | Edit - Il blog di HTML.it

@Avasilcai Daniel:

da come parlavi sembrava che di JS tu non ne sapessi nulla. Io la penso come te: JS può fare alcune cose che prima erano appannaggio di Flash. Quella di Adobe che blocca HTML5 é una invenzione (ma mi pare evidente che non hai letto tutta la discussione): anche andando per logica, vorrei sapere quale sarebbe la “killer feature” di HTML5 che può mettere in difficoltà  Adobe e Flash in particolare. Il video? Flash fa streaming? Il canvas? Il canvas va programmato in JS e può fare cose che non possono impensierire minimamente né Adobe, né gli sviluppatori. Boh?

# - Postato da Pino 13 aprile 2010 alle 10:28

Sono totalmente dalla parte di Adobe, dalla parte di una azienda che ha portato l’interattività  non solo su web ma praticamente su ogni sistema operativo e device. E’ grazie ad Adobe se molti sviluppatori e webdesigner hanno potuto regalare esperienze di navigazione più ricche, stimolando la curiosità  e l’interesse dei visitatori di molti siti web. Non é accettabile che Jobs ora sputi contro quella stessa tecnologia per lavorare con la quale molti designer hanno pure acquistato un MAC…solo perché il suo gioeillino potrebbe fare brutte figure in termini di durata della batteria…!

# - Postato da Siti in Flash 13 aprile 2010 alle 12:36

@Siti in Flash: beh veramente Adobe ha solo comprato Macromedia :D, non sono loro gli “inventori” di Flash, e se vogliamo nemmeno Macromedia che infatti aveva acquistato Future Splash dalla FutureWave, ma al diffusione e lo sviluppo di Flash sono sicuramente merito di Macromedia e non tanto di Adobe che l’ha solo acquistato (e secondo me non lo sta gestendo/portando avanti bene quanto fece Macromedia)

# - Postato da Davide 13 aprile 2010 alle 12:47

@Davide:

va be’, non hanno nemmeno messo Balotelli in pachina, però! ;-)

# - Postato da Pino 13 aprile 2010 alle 12:57

@scienzedellevanghe
Scusami forse non mi sono spiegato bene non mi riferivo a thefwa.com in se per se, ma ha i lavori, che vengono mostrati.

@TheStylist
Cmq provo a ripetere, io penso che sia difficile che un software come Photoshop si affermi cosi tanto se fosse stato veramente un cesso.
Personalmente ho provato tante cose (GIMP compreso) e secondo il mio parere e il modo di lavorare Photoshop non ha eguali, che tu riesca a lavorare con the GIMP e ottenere risultati brillanti contento per te.A me non interessa.

Quando dico problematiche di SEO intendo dire che ci sono agenzie e aziende, che se ne strabattono del SEO, vogliono un sito di elevato impatto visivo e se lo fanno fare il Flash e sono felicissimi cosi.Sta poi allo sviluppatore esporre le problematiche.

Torno a ripetere che attualmente alcuni siti web hanno un livello visivo che non può essere raggiunto senza usare Flash.

Le porcate si scrivono in tutti i linguaggi e se ne possono fare co tutti i software.

# - Postato da Antonio 13 aprile 2010 alle 19:58

@Antonio:

il problema di alcune persone secondo me é che credono di poter rimanere competetitive senza sapere altro oltre a quello che sanno: a queste persone costa meno fare la parte dell’operatore ecologico del web (che vuole spazzare via le tecnologie concorrenti) che imparare qualcosa di diverso da HTML e CSS (a patto che li conoscano e non li sappiano fare solo con DW).

# - Postato da Debby 14 aprile 2010 alle 07:49

Nei 2 articoli:
iPad, controindicazioni
iPad, iEgg, iWall
Ci sono riflessioni che vanno oltre javascript vs. actionscript, apple vs. adobe…

# - Postato da Luca 14 aprile 2010 alle 13:35

Pingback: Adobe abbandona lo sviluppo del packager per iPhone/iPad | Edit - Il blog di HTML.it

Speriamo in un futuro in cui le creative suite di adobe vengano sviluppate per windows e magari per linux. La apple sta agendo in modo scorretto verso adobe anche acquistando prodotti concorrenti e brandizzandoli con la meletta. Secondo me apple non merita nessun riguardo da parte di adobe.

# - Postato da wally 23 aprile 2010 alle 21:31

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>