Anche se non ci sono precise istruzioni da parte di Google, sembra che Go si presti molto bene come strumento di sviluppo per software di sistema come web server e sistemi di storage. Go ha ereditato moltissime caratteristiche del C, del Pascal, di Oberon, Modula, e molti altri linguaggi ancora; bisogna però ammettere che i giudizi finora riscontrati sono molto contrastanti. In alcune situazione Go si comporta molto bene, risultando chiaro ed intuitivo: ma in altre circostanze il codice diventa troppo illeggibile e poco immediato.

Attualmente vi sono diverse librerie disponibili, come ad esempio quelle per la gestione delle espressioni regolari, dei file, dell'I/O, delle stringhe, delle operazioni matematiche, e il numero è in costante crescita.

I tipi di dato predefiniti invece sono: Map (le hash table), Channels (mezzo di comunicazione tra funzioni concorrenti), String, Array, Boolean, Numeric, Slice, Pointer, Struct, Function ed Interface. Le costanti possono essere definitite anche senza specificare un tipo, non esistono le enumerazioni e l'erediterietà  non è supportata.

Questo sembra essere uno degli argomenti più discussi visto che l'ereditarietà  è considerata una caratteristica fondamentale di ogni linguaggio di programmazione Object-Oriented. Per la gestione degli oggetti Go utilizza le interfacce, implementando un meccanismo che ricorda le classi astratte del C++.

Go è questo e molto altro ancora: sicuramente sono state fatte scelte discutibili che lasciano non poche perplessità , ma nella maggior parte dei casi tutto cià che passa da Mountain View si trasforma in oro...dunque è plausibile che Go raggiunga presto un livello di maturità  interessante.

Per chi volesse saperne di più, il sito ufficiale è disponibile all'indirizzo http://golang.org/.

3 CommentiDi' la tua

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato pubblicamente. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Io l'ho provato e mi ha lasciato molto perplesso. Non é complicato ne arzigogolato come sembra a prima vista, anzi é abbastanza lineare però la programmazione ad oggetti mi sembra molto limitata. Diciamo che al momento é ancora molto meglio il python, vedremo fra un anno se si sarà  sviluppato in qualcosa di veramente interessante.

lordmax
lordmax

Io non credo invece che Go riuscirà  a diventare molto diffuso. E' stato progettato da Google per essere utilizzato al suo interno e non ha caratteristiche tali da poter essere appetibile più di tanto da altri sviluppatori. Poi che "tutto ciò che passa da Mountain View si trasforma in oro" non é affatto vero. C'é un lungo elenco di progetti fallimentari realizzati da Google: Google Knol (concorrente di Wikipedia), Google Answers (concorrente di Yahoo answers), ecc. ecc.

Fab
Fab

buongiorno

simone
simone